Il risanamento conservativo dei centri storici

Appunto audio Durata: 2 min 14 sec
Descrizione

Il centro storico deve essere considerato come il cuore della città, la sua matrice stessa: perciò va valutato non soltanto come un patrimonio di monumenti e un luogo di servizi superiori, ma anche per la riserva di abitazioni da riqualificare e da restituire a quegli strati sociali che ne verrebbero espulsi. Questa è l\'alternativa alle strutture edilizie delle periferie, che non soddisfano le esigenze della vita associata.

Tipologia

Università

Testo completo

Il centro storico deve essere considerato come il cuore della città, la sua matrice stessa: perciò va valutato non soltanto come un patrimonio di monumenti e un luogo di servizi superiori, ma anche per la riserva di abitazioni da riqualificare e da restituire a quegli strati sociali che ne verrebbero espulsi. Questa è l\'alternativa alle strutture edilizie delle periferie, che non soddisfano le esigenze della vita associata.
In primo piano è da porre il "ricupero dell\'esistente", cioè il restauro e il risanamento conservativo. Nel contempo bisogna dotare i vecchi quartieri dei servizi necessari, e assicurare ai residenti affitti compatibili con il loro livello economico.
A partire dagli anni della ricostruzione postbellica, si lamenta una lunga serie di alterazioni e manomissioni: sia per l\'invadenza della speculazione edilizia, sia per la debolezza dei pubblici poteri di fronte agli interessi privati.
Gli investimenti speculativi nelle aree centrali mirano alla convenienza economica che il proprietario viene ad avere attraverso il meccanismo di demolizione e ricostruzione.
Intorno al 1960 si delineano nuove concezioni: devono essere rispettate tutte le cose del passato che hanno valore di testimonianza irripetibile, che cioè possono valere per il carattere di esempio urbanistico e come documento di un\'epoca.
Il risanamento e la conservazione non possono che essere globali.
Al consolidamento e al restauro delle parti autentiche fa riscontro la necessità di eliminare quanto di spurio sia stato aggiunto in epoca posteriore.