Rivoluzione intellettuale e spirituale e misticismo dionisiaco

Appunto audio Durata: 2 min 22 sec
Descrizione

Negli anni tra il 215 e il 160 trionfa la «seconda generazione» della letteratura latina, con Nevio, che scrisse la seconda epopea nazionale, dedicata al racconto della guerra Punica. Nasce anche la storiografia, con Fabio Pittore, nonché il genere comico attraverso Plauto, che accentua il carattere italico e romano del teatro. Alla stessa generazione appartiene anche Ennio, condotto a Roma da Catone, primo vero autore latino che scrisse un poema epico in esametri, gli Annales, cantando la gloria di Roma.

Tipologia

Università

Testo completo

Negli anni tra il 215 e il 160 trionfa la «seconda generazione» della letteratura latina, con Nevio, che scrisse la seconda epopea nazionale, dedicata al racconto della guerra Punica.
Nasce anche la storiografia, con Fabio Pittore, nonché il genere comico attraverso Plauto, che accentua il carattere italico e romano del teatro.
Alla stessa generazione appartiene anche Ennio, condotto a Roma da Catone, primo vero autore latino che scrisse un poema epico in esametri, gli Annales, cantando la gloria di Roma.
La generazione del 160 è invece dominata dal circolo degli Scipioni, dove si raccolgono autori come Polibio, Terenzio, Lelio il saggio, Pacuvio il primo poeta tragico, Accio il più grande tra i tragici romani e infine Lucilio, che diede origine al genere satirico latino classico.
In seguito al periodo delle conquiste si ebbe una profonda ellenizzazione anche in campo filosofico, religioso e morale.
Nel corso del iii secolo le divinità e i culti greci erano già penetrati a Roma, e la seconda guerra punica aveva dato origine ad una sorta di reazione nazionale che si manifestò nel famoso scandalo dei Baccanali: a seguito di denunce nate da un episodio che chiamava in causa i misteri bacchici, il Senato fece indagare, arrestare e condannare a morte più di 7.000 persone soprattutto in Italia meridionale, ma anche a Roma e in Etruria.
Alla stessa corrente mistica si ricollega lo sviluppo dell’orfismo e del pitagorismo, dottrina di purezza associata a pratiche ascetiche.