Dracula di Bram Stoker: recensione

Appunto inviato da asdfgasdfg
/5

Recensione del romanzo "Dracula" di Bram Stoker. Riassunto, personaggi, analisi del testo e commento del libro, biografia e opere dell'autore (9 pagine formato doc)

DRACULA DI BRAM STOKER: RECENSIONE

Dracula di Bram Stoker.

Biografia e opere dell’autore. Bram Stoker nacque a Dublino nel 1847, era il terzo di sette figli. Suo padre, Abraham Stoker, impiegato statale che lavorava presso l’ufficio della segreteria del castello di Dublino. Bram aveva una salute molto inferma e, da bambino, era molto gracile e sempre malaticcio tanto che, fino all’età di sette anni, non riuscì a reggersi con le proprie gambe.
Nel 1865 inizia a frequentare l'università e si laurea a pieni voti in matematica presso il Trinity College di Dublino e, nel 1875, si laurea ed inizia ad interessarsi all’attività letteraria. Si comincia ad interessare anche al teatro e lavora gratuitamente per il Mail come critico teatrale. Nel 1875 Pubblica sulla rivista Shamrock il suo primo racconto «The Chain of Destiny» (La catena del destino). All’età di ventinove anni, nel 1876, Stoker conobbe il celebre attore teatrale Henry Irving del quale diventa, oltre che grande amico, anche il consigliere ed il segretario personale.

Dracula: analisi di stile, personaggi e della figura del vampiro

BRAM STOKER: OPERE

Nel 1877 Segue Irving a Londra dove divenne amministratore del suo teatro, il "Lyceum”, inizia ad avere importanti contatti anche nel mondo della letteratura e dell'editoria e scrive un componimento di storie per bambini intitolato «Under the Sunset», edita nel 1881. Condusse il lavoro di segretario per l’attore Irving fino al 1905quando quest’ultimo muore. Nel 1878, Bram Stoker si sposa con Florence Balcombe, che in precedenza aveva avuto una lunga relazione con Oscar Wilde. Nel frattempo, nel 1879 pubblicò «The Duties of Clerks of Petty Sessions in Ireland», nel 1886 «A Glimpse of America» e «A lecture», nel 1890 «The Snake's Pass, nel 1894 «The Watter's Mou'», nel 1894 «Crooken Sands», nel 1894 «The Man from Shorrox's» e nel 1895 «The Shoulder of Shasta». Nel 1897 Pubblica Dracula che fu un grandissimo successo e garantì all’autore una discreta tranquillità economica per diversi anni. Il romanzo di «Dracula» fu dato da uno studio approfondito sui vampiri e sulla Transilvania la regione centrale della Romani. «The Mistery of the Sea» nel 1902, «The Jewel of the Seven Stars» nel 1903, «The Man» nel 1905, «Personal Reminiscences of Henry Irving», «Snowbound» e «The Record of a «Theatrical Touring Party» nel 1906, «Lady Athlyne» nel 1908, «The Gates of Life» nel 1908, «The Lady of the Shround» (La dama del sudario) e «Famous Impostors» nel 1910 e «The Lair of the White Worm» nel 1911. Nel 1912 Bram Stoker morì a Dublino. Dopo la sua morte, nel 1914, fu pubblicato «Dracula's Guest and Other Weird Stories» (L'ospite di Dracula ed altri racconti).

PERSONAGGI DRACULA BRAM STOKER

Personaggi principali con la relativa descrizione. I personaggi principali sono: Jonathan Harker un giovane legale mandato dallo studio notarile londinese; il Conte Dracula era un vampiro era alto e aveva dei lunghi baffi bianchi, l’arco del naso era sottile con narici dilatate, fronte alta, capelli radi attorno alle tempie, folte sopracciglia, denti bianchi e aguzzi, orecchie pallide e appuntite e mento marcato; Wilhelmina, chiamata più semplicemente Mina, è la fidanzata di Jonathan insegnava etichettatura e decoro ed è orfana; John Seward è un dottore in medicina che lavora in un manicomio, fu il primo a fare una proposta di matrimonio a Lucy Westenra che però fu rifiutata

DRACULA BRAM STOKER LIBRO: TRAMA

Trama. Jonathan Harker, un giovane legale mandato dallo studio notarile londinese, partì da Londra per arrivare in Transilvania dove lo attendeva un Conte, il Conte Dracula che voleva comprare una casa a Londra. Durante il suo viaggio attraversò Francia e Germania passò per Monaco, Vienna, Budapest e Klausenburg soggiornò in una locanda a Bistrata dove fu accolto da una donna anziana che parlò con un uomo il quale andò a prendere una lettera da parte del Conte per Jonathan dove gli comunicava come doveva fare per arrivare a destinazione. L’indomani Jonathan partì e il cocchiere non fece soste. Arrivarono dove doveva esserci un uomo che doveva condurre Jonathan al castello del Conte e ad un tratto arrivò un calesse che doveva condurre Jonathan dal Conte. Dopo vari inconveniente Jonathan, arrivò al castello, non sapeva che cosa fare poiché sulla porta non vi era né un campanello né picchiotto; ma ad un tratto la porta si aprì e il Conte diede a Jonathan il benvenuto, lo fece entrare e prese i suoi bagagli. Il conte condusse il suo ospite nella sua stanza facendoli vedere dove poteva trovare tutto il necessario e dove poteva cenare.