Riassunto delle tre fasi dell'arte egizia

Appunto inviato da fedekoko
/5

riassunto che descrive le tre fasi dell'arte egizia: l'antico regno, il medio regno, nuovo regno (2 pagine formato doc)

L'ANTICO REGNO gli egizi L'Antico Regno ARCHITETTURA - Le tombe dei regnanti delle prime dinastie, imitavano la struttura dei palazzi o dei templi; il gran numero di ceramiche e oggetti in pietra, in avorio e in osso intagliato che vi sono stati rinvenuti attestano l'elevato livello di sviluppo artistico e artigianale dell'Egitto dell'Antico Regno.

Durante la III dinastia,fu costruito un intero complesso funerario composto da un gruppo di templi ed edifici annessi, e dalla grande piramide a gradoni nella quale fu deposto il corpo del re.

Leggi anche Arte dell'Antico Egitto

Le piramidi di Giza, testimoniano la perizia ingegneristica degli architetti egizi, capaci di edificare monumenti che sono ancora oggi considerati fra le meraviglie del mondo. Oltre che dalla piramide, ogni impianto funerario era costituito da un tempio a valle, una strada d'accesso e un tempietto in cui venivano celebrati i riti religiosi in onore dello spirito del faraone.
Intorno a Giza si sviluppò una necropoli formata da numerose mastabe (termine antico che significa "panche in mattoni d'argilla"), cioè tombe a tronco di piramide, con tetto piatto e pareti a scarpata. Oggi, le piramidi di Giza, sono considerate una delle sette meraviglie del mondo antico.

Leggi anche Religione, arte e cultura degli egizi

Le mastabe erano riservate ai membri della famiglia reale. In epoche successive, subentrò un'altra tipologia, quella della sepoltura scavata direttamente nella roccia.

SCULTURA - fin dal tempo di Zoser, tipiche furono le grandi statue dei faraoni, che si credeva ne ospitassero lo spirito. La tecnica ricorrente prevedeva che il blocco di pietra venisse dapprima squadrato fino ad assumere la forma di un parallelepipedo, quindi sbozzato sul lato frontale e sui due laterali secondo la figura umana da rappresentare: la scultura che ne risultava era pensata per essere osservata frontalmente.Dovendo creare un'immagine atemporale ed eterna della persona ritratta, l'artista non era interessato a una descrizione naturalistica della sua fisionomia: inoltre rappresentava la figura perlopiù in piedi, bloccata in una posizione statica, anche quando la situazione evocata doveva essere di movimento. L'anatomia umana era nota, ma veniva tradotta in forma astratta; le immagini dei regnanti, venivano idealizzate e caricate di una grande dignità.

Leggi anche L'arte preistorica

ARTI DECORATIVE
- Le ceramiche lasciarono il posto nell'Antico Regno a manufatti di fine fattura privi di ornamentazione, spesso con la superficie brunita, elaborati in una grande varietà di forme. La ceramica era materiale utilizzato per tutti i tipi di recipienti, sia per quelli impiegati per mangiare e bere, sia per quelli di grandi dimensioni destinati a conservare cibi o bevande.I gioielli erano in oro e pietre dure.