Mirone e la scultura preclassica

Appunto inviato da mikandri
/5

Riassunto su Mirone e la scultura pre-classica (4 pagine formato docx)

Mirone: di Eleutere  in Beozia scultore del V secolo a.C.
che si può definire un  “preclassico “ (ossia  che precede gli scultori del periodo classico in cui la produzione artistica  greca raggiunse un livello di eccellenza ).


Operò fra il 470 e il 420 a.C. , soprattutto ad Atene.
Cicerone ( oratore romano del I secolo a.C. )  dice di lui
che si trovava vicino  alla   classicità , ma non aveva ancora raggiunto la  “verità “ intendendo per verità “ la perfetta imitazione della realtà “ il cui raggiungimento  Cicerone lo faceva coincidere con il  concetto di “bellezza”.


Plinio il Vecchio ( enciclopedista romano del I secolo d.C.) dice di lui che la sua caratteristica fu il  “ritmo “ ( inlatino “numerus”)
Le sue opere :
Il Discobolo ( originale in bronzo  460-450a.C.
non pervenutoci ) Athena e Marsia  (originale in bronzo 450a.C. non pervenutoci).


Il Discòbolo:
Questa  che vediamo qui  sotto  è una copia   romana in marmo    dell’originale bronzeo ;
Essa fa  parte  della collezione Lancellotti che si trova a Roma al Museo Nazionale Romano. 
Discobolo significa lanciatore del disco ;
la figura è colta proprio nel momento della massima contrazione che precede il lancio e la sua posizione ci suggerisce l’intera sequenza della dinamica dell’azione richiamandoci nella nostra mente sia i movimenti che hanno preceduto l’attimo raffigurato nella scultura sia quelli successivi.