Scultura classica: breve riassunto sulle statue greche

Appunto inviato da mikandri
/5

Riassunto sullo stile della scultura greca classica, l'utilizzo del bronzo e descrizione di alcune statue greche: Efebo, Zeus o Poseidon e Auriga di Delfi (3 pagine formato docx)

SCULTURA CLASSICA: BREVE RIASSUNTO SULLE STATUE GRECHE

Lo stile classico o severo.

Le statue greche con lo stile classico si rivoluzionano: la testa si rimpicciolisce e diventa perlopiù sferica; di conseguenza gli occhi e la bocca trovano il giusto posizionamento; le palpebre diventano più consistenti, i capelli non sono più raccolti in trecce, ma sono raffigurati con ciocche ricciolute. La massa muscolare viene ben distribuita su tutto il corpo, si allargano le spalle e si arrotonda il busto; le gambe sono slanciate.
Efebo. E’ stato realizzato da Kritios intorno al 480 a.C..
Esso ci è pervenuto grazie alla sua sepoltura negli avvallamenti dell’Acropoli. Possiede alcuni ideali che saranno poi usati da Policleto: infatti si può notare una lieve rotazione della testa, l’appoggio sulla gamba più arretrata e una rotazione del bacino, il quale si solleva. Queste soluzioni determinano se la statua è in movimento o in una posizione stante; l’appoggio su di una gamba, rispetto ai kuroi arcaici, è veramente innovativo.

Scultura greca classica: riassunto


SCULTURA GRECA RIASSUNTO: L'USO DEL BRONZO

Uso del bronzo. L’uso del bronzo consente grande libertà compositiva: soprattutto non servivano sostegni esterni (che servivano invece nelle statue in marmo).
Zeus o Poseidon. E’ appunto in bronzo: risale al 460 a.C. circa. Non si sa chi lo abbia realizzato: c’è chi dice che è stato realizzato da Capo Artemisio e c’è chi dice invece che sia stato realizzato da Calamide, un artista proveniente dalla Beozia o dall’ Attica (non si è sicuri sulla sua provenienza) e attivo tra il 480-440 a.C.. La statua rappresenta il lancio di un fulmine (se fosse Zeus) o di un tridente (nel caso di Poseidone). Possiede gambe divaricate che permettono al monumentodi rimanere in equilibrio. La visione frontale è la migliore per ammirare la scultura.
 

Età classica greca: riassunto di arte sulla scultura classica e pittura classica


STATUE GRECHE CLASSICHE: AURIGA DI DELFI

Auriga di Delfi. E’ stata realizzata intorno al 475 a.C. da Sotade, uno scultore proveniente da Tespie. E’ stato scolpito per commemorare la vittoria di Hieron ai Giochi Pitici; la statua è stata donata al santuario di Apollo Delfico da Polizelo.
La scultura possiede un chitone fittamente pieghettato, con una cintura sul busto. I capelli sono cesellati, i quali si arricciolano e si gonfiano sulle tempie; è cinto da una benda, il premio di ogni gara agonistica.
Esso da un senso di staticità anche se bisogna tener conto che la parte inferiore del corpo era nascosta dal carro.