La luna

Appunto inviato da andrealc
/5

Caratteristiche principali, caratteristiche fisiche, moti lunari, eclissi, teorie sull'origini e fasi evolutive (7 pagine formato doc)

La Luna è il corpo celeste più vicino (384.000 km) alla Terra e ruota intorno ad essa formando un sistema biplanetario che orbita attorno al Sole.
Forma di un ellissoide a tre assi (raggio polare è 2 km inferiore dei 2 raggi equatoriali) .
Periodo di rotazione attorno al proprio asse di 27,32 giorni terrestri, il dì e la notte durano poco meno di 15 giorni terrestri ciascuno.
L’assenza di atmosfera impedisce il fenomeno dei crepuscoli e rende le escursioni termiche molto violente (da +120°C a -230°C, no acqua in forma liquida e gassosa, cielo nero, no precipitazioni, no effetto serra che crea mitigamento, possibile osservare posizione reale oggetti).


Osservata dal binocolo, la Luna risulta suddivisa in due tipi di zone:
- terre alte: zone chiare irregolari
- mari: zone scure piatte
le quali presentano molte differenze:
albedo, frazione di luce riflessa che determina il potere riflettente di una superficie che non emette luce propria, è inferiore nei mari;
costituite da minerali diversi: silico alluminato di calcio (feldspato) per le terre alte e ilmenite (ossido di ferro con piccola % di titanio, denso e raro sulla Terra) per i mari;
età media: 4 mld di anni nelle terre alte e 3 mld di anni nei mari.

Le terre alte costituiscono la parte di crosta originaria che non ha subito alcuna evoluzione e sono formate principalmente da anortosite, roccia ricca di anortite. 
Hanno forme irregolari e sono costituite da altopiani, colline e catene montuose; alcune colline tondeggianti sono dette cupole o domi.


I mari sono estese superfici originate dall’impatto di grandi meteoriti, i quali nell’urto hanno provocato la frattura della crosta e la risalita della lava che si è riversata nel bacino.
Sono coperti da uno spesso strato di detriti e ceneri (materiale distrutto da impatto) costituiti da una mescolanza di frammenti di basalto e sostanze vetrose, che nel loro insieme creano un materiale chiamato regolite.

.