Cosa studia l'astronomia

Appunto inviato da wutanclan
/5

L'astronomia: definizione di stelle, cosa sono le galassie e la luce (3 pagine formato doc)

COSA STUDIA L'ASTRONOMIA

L’astronomia e l’astrofisica studiano i movimenti reali ed apparenti dei corpi celesti, i meccanismi che portano alla loro formazione e i cambiamenti che essi subiscono nel tempo.

La fonte piu importante di informazioni sui corpi celesti sono le radiazioni elettromagnetiche (raggi gamma, X, luce visibile, radiazione infrarosse, e onde radio) che essi emanano assorbono e riflettono, unico dato che possiamo studiare e rilevare direttamente dalla terra. In particolare si e rilevato prezioso lo studio degli spettri di emissione ed assorbimento e lo studio delle leggi che regolano l’emissione di un corpo nero, gli spettri di emissione si ottengono facendo passare attraverso una fenditura e componendo con un prisma il fascio di luce visibile o di altre radiazione elettromagnetiche provenienti da una sorgente.
Gli spettri di emissione emessi da un corpo nero ( un corpo che assorbe tutte le radiazioni) portato all’incandescenza sono continui, mentre gli spettri emessi da un gas rarefatto riscaldato sono discontinui (righe o bande colorate su un campo nero).

Radiazioni: effetti sul DNA

ASTRONOMIA: DEFINIZIONE DI SPETTRO DI EMISSIONE

Lo spettro di emissione di un elemento è formato da un insieme di righe caratteristiche e sempre uguali. Gli spettri di assorbimento si ottengono facendo passare la luce bianca proveniente da una sorgente attraverso un gas rarefatto (che assorbe una parte delle radiazioni) e componendola successivamente mediante un prisma. Presentano righe scure su uno spettro colorato continuo. Le righe scure dello spettro di assorbimento dipendono dalla natura chimica del gas interposto tra sorgente e prisma e dalle condizioni fisiche in cui si trova il gas. L’ emissione di radiazioni di un corpo nero incandescente e descritta da due leggi
Legge di Wien: la lunghezza d’onda a cui avviene il massimo dell’irraggiamento e inversamente proporzionale alla temperatura assoluta del corpo nero.
Legge di Boltzman: la quantità di energia emessa in 1 s e da 1m(quadro) di superfice e proporzionale alla temperatura assoluta, elevata alla quarta potenza.

Approfondisci: Emilio Segrè: biografia e scoperte

Il colore di un corpo nero e indice della sua temperatura assoluta. Si passa dal rosso (3000K) all’arncione, giallo, bianco-azzuro (2500K).
Le stelle sono sorgenti luminose che emettono come i corpi neri uno spettro di radiazioni continue. Gli spettri che si ottengono dalle stelle tuttavia sono spettri di assorbimento perche la radiazione continua che emettono dalla regione centrale viene in parte assorbita dall’involucro esterno, costituito da gas rarefatti e relativamente freddi. L’assorbimento e selettivo e dipende dalla natura chimica dei gas presenti e dalle condizioni fisiche in cui si trovano in particolare dalla temperatura.

Storia dell'astronomia: definizione

STORIA DELL'ASTRONOMIA

Le righe degli spettri perciò forniscono informazioni circa la composizione chimica (abbastanza omogenea) e la temperatura assoluta dell’involucro esterno delle stelle. Esiste inoltre una relazione tra il tipo di spettro della stella e il suo colore. Le stelle con maggiore temperatura superficiale sono blue, le stelle piu fredde sono rosse. Analizzando gli spettri e possibile stabilire se esistono moti relativi delle stelle rispetto alla terra. Gli spettri delle stelle in moto relativo rispetto alla terra mostrano infatti un effetto Doppler, cioe lo spostamento delle righe di assorbimento verso il rosso ( se la stella si sta allontanando dalla terra) o verso il blue ( se la stella si sta avvicinando alla terra).

Approfondisci: tutto sull'astronomia