Sistema immunitario: riassunto e spiegazione

Appunto inviato da piccifragolina
/5

Descrizione dei processi di immunità innata e acquisita, il processo di selezione clonale e i disturbi del sistema immunitario. Riassunto sul sistema immunitario (2 pagine formato doc)

SISTEMA IMMUNITARIO RIASSUNTO

Sistema immunitario. Le difese innate contro le infezioni. Ogni essere vivente ha due tipi di difesa immunitaria: la difesa immunitaria innata e quella acquisita.
La difesa immunitaria innata si compone di:
- barriere naturali come pelle e muco,
- linfociti neutrofili e macrofagi che fagocitano virus e batteri,
- linfociti natural killer che provocano la morte programmata delle cellule (apoptosi),
- proteine come gli interferoni o il sistema del complemento che impediscono la riproduzione delle cellule infette e che attaccano rispettivamente contro i virus (1), fanno la lisi delle cellule (2), stimolano la risposta infiammatoria.
 

Il sistema immunitario: riassunto

SPIEGAZIONE SEMPLICE DEL SISTEMA IMMUNITARIO

La risposta infiammatoria può essere localizzata o sistemica (estesa a tutto l’organismo).

La risposta infiammatoria localizzata è indotta dall’istamina.
Il sistema linfatico è fondamentale nell’eliminazione delle infezioni.
E’ costituito da una rete di vasi e da organi come i linfonodi e la milza. I vasi servono a raccogliere il liquido che fuoriesce dai vari tessuti e a ridarlo al sangue sottoforma di linfa. Gli organi come milza e linfonodi contengono agglomerati di globuli bianchi che sono in grado di attaccare i vari agenti patogeni che si introducono nell’organismo.

- L’immunità acquisita. L’immunità acquisita contrasta gli invasori reagendo ai loro antigeni, che sono sostanze in grado di sviluppare una risposta immunitaria specifica.
Il sistema immunitario produce anticorpi, che sono proteine che circolano nel sangue e attaccano gli antigeni. Questa è l’immunità attiva.
Il feto,da sua madre, ottiene un’immunità passiva che è solo temporanea.
 

Il sistema immunitario: riassunto di biologia

SISTEMA IMMUNITARIO SEMPLIFICATO

La reazione a un antigene può essere di due tipi:
1) Immunità umorale → linfociti B (si sviluppano nel midollo osseo) producono anticorpi che attaccano l’antigene (specialmente virus e batteri) quando è presente nei liquidi corporei. In questo tipo di immunità gli anticorpi sono secreti dalle plasmacellule nel sangue e nella linfa. Un anticorpo possiede siti di legame specifici per gli epitopi degli antigeni. L’immunità umorale può reagire praticamente a qualsiasi antigene. Gli antigeni vengono eliminati tramite neutralizzazione (gli anticorpi si legano a proteine specifiche sulla superficie degli agenti patogeni impedendo loro di infettare una cellula ospite), agglutinazione (gli anticorpi tengono insieme più cellule per essere più facili da catturare per i fagociti) e precipitazione(gli anticorpi legano molecole di antigene in soluzione facendole precipitare in forma solida).
2) Immunità mediata da cellule → i linfociti T, in particolare linfociti T citotossici, (prodotti dal timo) attaccano direttamente le cellule infettate. Gli anticorpi si legano a regioni specifiche degli antigeni chiamate determinanti antigenici (o epitopi). Invece, i linfociti T helper stimolano l’immunità umorale. Le cellule infettate da agenti patogeni hanno sulla propria superficie un complesso formato da un antigene estraneo (non-self) e da una propria proteina (self). I recettori dei linfociti T helper attivano il linfocita, che stimola i linfociti B e i linfociti T citotossici. Questi ultimi si legano alle cellule infettate dai patogeni e le uccidono.