Alimentazione equlibrata e LARN: riassunto

Appunto inviato da Pietro Simone Lucisano
/5

Riassunto di biologia sulla dieta varia ed equilibrata per un corretto stile di vita e i LARN 2014 (3 pagine formato pdf)

ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA E LARN

I LARN e la dieta equilibrata.

L’alimentazione equilibrata si realizza attraverso il conseguimento di obiettivi nutrizionali che assicurino il mantenimento dello stato di salute dell’individuo.
- L’alimentazione indica il processo di assunzione di alimenti da parte dell’organismo.
- La nutrizione corrisponde all’insieme dei fenomeni metabolici che riguardano l’utilizzazione dei nutrienti necessari alla vita dell’organismo.
- DIETA = l’insieme dei cibi che costituiscono il regime alimentare di un individuo.
- DIETOLOGIA = essa è la disciplina scientifica che studia l’alimentazione e la nutrizione degli individui in diverse fasi della vita.
- DIETETICA = si occupa della formulazione delle diete.
- DIETOTERAPIA = si occupa di interventi terapeutici, questa è di esclusiva competenza medico-specialistica. L’uomo per vivere, ha bisogno di energia che deve essere garantita con un adeguato apporto di alimenti.
L’energia viene fornita dai macronutrienti in misura differente.

Storia dell'alimentazione dalle origini alla civiltà romana: tesina

ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA: RIASSUNTO

FABBISOGNO ENERGETICO - Esso viene definito come la quantità di energia, espressa in kcal o kJ, necessaria per mantenere l’organismo in buono stato di salute per molto tempo, in base a un determinato livello di attività fisica.

- L’FE quindi, corrisponde all’energia spesa giornalmente da un individuo e dipende da:
- Metabolismo basale;
- Termogenesi indotta alla dieta (TID);
- Attività fisica.

CORRETTO STILE DI VITA E ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA

METABOLISMO BASALE - Il metabolismo basale costituisce una quota fissa di energia che le persone consumano per poter mantenere i processi vitali durante le 24 ore e mediamente costituisce il 60-70% della spesa energetica.
TID - Consiste nell’extraproduzione di energia conseguente all’introduzione degli alimenti.
La TID incide per circa il 10% del dispendio energetico totale, può variare dal 7-15%.
TERMOREGOLAZIONE - La temperatura corporea in condizioni normali è compresa tra i 36,5 e i 37,2°C. Se l’organismo si trova in condizioni termiche differenti, esso reagisce cercando di regolare l’equilibrio termico attraverso la termoregolazione.
ACCRESCIMENTO - Nei bambini e negli adolescenti va contemplata una spesa energetica per l’accrescimento, per la stima viene indicato un valore medio di 5 kcal, per ogni grammo in aumento di peso.