Introduzione alla biologia: caratteristiche degli animali

Appunto inviato da arunaironsky
/5

Presentazione delle strutture evolutive che caratterizzano le varie specie animali (26 pagine formato pdf)

Gli animali sono organismi pluricellulari eterotrofi che costituiscono, nel loro insieme, la maggioranza delle specie viventi conosciute.
Hanno, nonostante la loro diversità di fondo, alcune caratteristiche in comune:
1.
possiedono cellule prive di parete cellulare
2. si nutrono per ingestione
3. si riproducono, in genere, per via sessuata
La presenza, o l'assenza, di strutture di sostegno consente di distinguere gli animali privi di scheletro interno ( invertebrati ) dagli animali con scheletro interno ( vertebrati – cordati ).
LA SIMMETRIA RAGGIATA E LA SIMMETRIA BILATERALE
Gli animali più semplici come le spugne e le meduse non hanno né capo né coda ( il che rende molto difficile conversare con loro :) ) La loro forma ricorda più un vegetale che un animale. La struttura di questi animali è incentrata attorno ad un'asse centrale, un'architettura di questo tipo si dice a SIMMETRIA RAGGIATA.
È la simmetria tipica degli organismi fissi e di quelli poco mobili, trascinati passivamente dalle correnti.


LA SIMMETRIA BILATERALE caratterizza gli animali che si muovono attivamente e che devono possedere un'estremità anteriore ben sviluppata, con organi di
senso e cervello. Il celoma è la cavità interna che caratterizza gli organismi più
evoluti:
Vantaggi del celoma:
–Gli organi hanno ampio spazio per il loro sviluppo.
–Il corpo è più flessibile (vantaggio locomotorio).
–Scheletro idrostatico e movimento per peristalsi (anellidi)
–Effetto ammortizzante per gli organi.