La teoria di Mendel e Sutton

Appunto inviato da albertopirrera98
/5

Spiegazione della teoria cromosomica di Mendel e di Sutton (1 pagine formato doc)

MENDEL E SUTTON: TEORIA CROMOSOMICA

Gregor Mendel a metà del 1800 si chiese cosa regolasse la trasmissione delle caratteristiche ereditarie.

Così scelse la pianta di pisello per portare avanti la sua ricerca poichè facilmente reperibili, crescevano e si riproducevano velocemente, le varietà avevano caratteristiche nettamente differenti tra loro inoltre avevano 7 coppie cromosomiche.
Scelse due varietà una produceva piselli gialli e lisci e un’altra verdi e rugosi; diede vita alla generazione parentale asportando le antere di una pianta e cospargendo gli stigmi dell’ altra con il polline di quest’ ultime. Nella prima generazine filiare (F1) tutte le piante mostravano i caratteri solo di un genitore (dominanti) e apparentemnte il secondo carattere scomparve; lasciò che le piante si autoimpollinassero dando vita alla F2 vedendo che i caratteri scomparsi riapparvero (recessivi).
Nel rapporto 3:1.

Mendel e la genetica: spiegazione

TEORIA CROMOSOMICA DELL'EREDITA' DI SUTTON

Inoltre ipotizzò che ogni unità ereditaria fosse composta da due fattori (chiamati discreti ovvero separabili) così formulò la legge della segregazione: ogni individuo ha coppie di fattori per ogni unità ereditaria e i membri di una coppia segregano nella formazione dei gameti. Le unità ereditarie sono i geni (parte del DNA). Ma quello che differisce nei geni sono gli alleli (medaglia a doppia faccia) omozigote (gg, GG) eterozigote (Gg).
Il fenotipo basato sulle caratteristiche osservabili. Il genotipo invece fa vedre la coppia allelica ovvero l’assetto genetico.
Il quadrato di Punnett serve a stabilire il rapporto genotipico che nella F2 è 1:2:1 mentre quello fenotipico 3:1.
Mendel inoltre si pose un’altra domanda se la segregazione di un gene potesse influenzare quella di altri. Allora prese in considerazione il colore e l’aspetto.

Teoria cromosomica dell'ereditarietà: spiegazione

MODELLI DI EREDITARIETA'

La prima generazione mostrò solo caratteri dominanti ma nella F2 si ebbe un rapporto di 9:3:3:1 formulando così la legge dell’assortimento indipendente : in un incrocio prendendo in considerazione due coppie di caratteri alla volta, la prima generazione sarà costituita da fenotipo dominante mentre nella seconda generazione invece ci saranno nuove combinazioni.
Vi sono anche delle malattie genetiche causate dagli alleli come:
PKU allele recessivo manca l‘enzima e ciò provoca l’ accumularsi di fenilanina, sostanza tossica per il sistema nervoso dei neonati provocando così dei ritardi mentali.
Albinismo recessivo assenza di melanina
Corea di Huntington dominante distruzione cellule celebrali.
Dominanza incompleta caratteristiche intermedie | Codominanza entrambi i caratteri si esprimono| epistasi quando un gene interferisce con un altro mascherandone gli effetti | eredità poligenica più geni un carattere | pleiotropia un gene più caratteri.