Rapporto obbligatorio nel diritto privato

Appunto inviato da cinechefgt
/5

gli elementi del rapporto obbligatorio, le fonti e la disciplina del rapporto obbligatorio, l'inadempimento, le garanzie dell'obbligazione, il privilegio, il pegno e l'ipoteca (5 pagine formato doc)

RAPPORTO OBBLIGATORIO NEL DIRITTO PRIVATO

Il rapporto obbligatorio.

Obbligazione e rapporto obbligatorio
L’obbligazione è un vincolo giuridico in forza del quale un soggetto (debitore) è tenuto ad eseguire una determinata prestazione in favore di un altro soggetto (creditore).
In poche parole il termine obbligazione si riferisce alla posizione di svantaggio di un soggetto (debitore) in quanto tale è tenuto ad avere un determinato comportamento nei confronti dell’interesse del creditore.
L’obbligazione determina un rapporto giuridico che porta a due posizioni soggettive: Il debito e Il credito:
Il debito è la posizione giuridica passiva del rapporto obbligatorio ed ha il dovere di adempiere una determinata prestazione. Il credito è il diritto all’adempimento, ossia la pretesa giuridicamente tutelata del creditore ad ottenere la prestazione
Il rapporto obbligatorio ha natura personale in quanto consiste nella pretesa di un soggetto alla prestazione di un altro soggetto.

Elementi del rapporto obbligatorio: spiegazione


ELEMENTI DEL RAPPORTO OBBLIGATORIO

Gli elementi del rapporto obbligatorio
Gli elementi del rapporto obbligatorio sono: i Soggetti, l’Oggetto ed il Vincolo Giuridico.
I soggetti: sono i titolari delle correlative posizioni di debitore (soggetto passivo) o creditore (soggetto attivo).
Esistono due principi fondamentali: il principio della dualità dei soggetti per cui il rapporto obbligatorio deve intercorrere tra due singoli titolari portatori di interessi contrapposti; e il principio di determinatezza dei soggetti, per cui  al momento che sorge l’obbligazione i  soggetti devono essere determinati o determinabili cioè deve essere stabilito dall’inizio chi è il creditore e chi il debitore.

Cos'è un obbligazione nel diritto privato


OBBLIGAZIONE DIRITTO PRIVATO

L’oggetto: è il comportamento cui è tenuto il debitore per far conseguire un utilità al creditore.
Il codice civile dispone che la prestazione deve avere contenuto patrimoniale, cioè deve essere traducibile in una somma di denaro che ne rappresenti il valore economico.

La prestazione inoltre deve essere possibile, lecita e determinata o determinabile  .La prestazione deve essere possibile, l’impossibilità  può essere materiale o giuridica. La prestazione deve essere lecita cioè non può essere contraria a norme imperative, all’ordine pubbliche e al buon costume. Infine la prestazione deve essere sin dall’inizio determinata o determinabile.
Il vincolo giuridico: E’ in relazione a tale vincolo che sorge per il debitore l’obbligo di adempiere l’obbligazione o la responsabilità nell’ipotesi in cui non  adempie alla prestazione.