Il Parlamento: riassunto

Appunto inviato da angelalanni
/5

la Camera e il Senato, speigazione del sistema bicamerale italiano, i parlamentari, organizzazione e funzionamento, la durata delle camere e il loro scioglimento anticipato, le funzioni del Parlamento, il procedimento legislativo e le leggi costituzionali. Riassunto sul Parlamento italiano (6 pagine formato doc)

IL PARLAMENTO RIASSUNTO

La camera e il Senato - Il parlamento si compone di due camere: la camera dei deputati, formata da 630 deputati elettivi; il Senato della Repubblica, formato da 315 senatori elettivi e da un piccolo numero di senatori a vita.

La camera dei deputati ha sede nel palazzo di Montecitorio, mentre il Senato ha sede a palazzo Madama, a Roma.
Il Parlamento italiano è quindi un Parlamento bicamerale.
Le due camere si riuniscono separatamente, tranne in alcuni casi particolari stabiliti dalla costituzione. In questi casi si dice che il Parlamento si riunisce in seduta comune. Il caso più importante è l'elezione del presidente della Repubblica. Sempre in questa seduta, il Parlamento riceve il giuramento del nuovo presente della Repubblica subito dopo la sua elezione. Altri casi, in cui agiscono insieme sono: per eleggere cinque giudici costituzionali; per eleggere otto componenti del consiglio superiore della magistratura, e per mettere in stato di accusa il presidente della Repubblica per alto tradimento e attentato alla costituzione.

Tema sul Parlamento


IL PARLAMENTO RIASSUNTO BREVE

Ogni decisione del Parlamento deve ottenere, l'approvazione di ciascuna camera. Le due camere hanno esattamente gli stessi poteri e le stesse funzioni: questo tipo di bicameralismo viene detto uguale o paritario. Si hanno due camere e non una essenzialmente per ragioni storiche; i Parlamenti nacquero in forma bicamerale sulla base di due modelli distinti:
•    Secondo il primo modello le due camere rappresentavano classi sociali diverse: una camera elettiva (la camera dei comuni) esprimeva interessi innovatori della borghesia; l'altra camera di nomina regia o ereditaria (la camera dei Lords) rappresentava gli interessi più conservatori della nobiltà. Lo stesso sistema di genere in Italia prima dell'avvento della Repubblica in base allo statuto Albertino. Bicameralismo nell'800
•    In base al secondo modello il bicameralismo risponde uno scopo diverso. Una camera (in USA, la camera dei rappresentanti) rappresenta i cittadini mentre, (il Senato) rappresenta gli Stati membri della federazione.  Bicameralismo negli Stati federali.

Parlamento: riassunto breve


IL PARLAMENTO RIASSUNTO DIRITTO PUBBLICO: IL SISTEMA BICAMERALE ITALIANO

Il sistema bicamerale italiano - Entrambe le due camere durano cinque anni e sono formate da membri eletti col suffragio universale diretto. Le due camere sono elette con due sistemi elettorali leggermente diversi, ma entrambi di tipo proporzionale corretto con sbarramenti / premi di maggioranza. Di senatori a vita ne esistono di due tipi: cinque cittadini che possono essere nominati dal presidente della Repubblica tra coloro che "hanno illustrato la patria per altissimi meriti nel campo sociale, artistico, letterario"; e tutti l'ex presidente della Repubblica che sono, di diritto senatori a vita.
Vi sono, differenze circa l'età richiesta per essere elettori (elettorato attivo) e per essere eletti (elettorato passivo): mentre per la camera dei deputati votano tutti cittadini che hanno raggiunto la maggiore età, per il Senato occorre aver compiuto il 25º anno di età. Per essere eletti deputati occorre aver compiuto 25 anni; mentre per essere eletti senatori bisogna averne compiuti 40.

Riassunto sul Parlamento e le sue funzioni


IL PARLAMENTO ITALIANO RIASSUNTO

Perché abbiamo il bicameralismo? oltre alle ragioni dette sopra, l'unico motivo che può spiegare il mantenimento di due camere quasi uguali e, per giunta con gli stessi poteri, è quello di assicurare un maggiore approfondimento nell'elaborazione delle leggi. La doppia discussione e la doppia approvazione di ogni testo di legge dovrebbero consentire un lavoro più accurato e meditato: una camera può correggere gli errori compiuti dall'altra, introdurre modifiche, effettuare ripensamenti prima che le leggi in vigore. I difetti di questo sistema sono le inutili ripetizioni, scarsa efficacia delle assemblee legislative. Inoltre, poiché nelle due camere si formano le stesse maggioranze politiche, il reciproco controllo appare di scarso rilievo, e può portare così ad avere leggi definite insabbiate.