Riassunto di diritto pubblico sugli enti locali

Appunto inviato da casanovapaola
/5

Comuni, Province, Regioni (5 pagine formato doc)

Ciascun assessore, uno dei quali svolge le funzioni di vicesindaco e ha il compito di sostituire il sindaco in caso di assenza o impedimento, è incaricato di un ramo dell’amministrazione comunale ed è a capo di un assessorato, cioè di un complesso di uffici e organi che si occupano di una determinata materia.


Gli assessori sono nominati direttamente dal sindaco e sono responsabili solo nei suoi confronti.
Il sindaco può revocarli o sostituirli in qualsiasi momento ma deve, come alla nomina, darne comunicazione al Consiglio.
Nei Comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti gli assessori devono essere scelti tra i consiglieri, mentre nei Comuni con più di 15.000 abitanti possono anche essere scelti al di fuori dei membri del Consiglio (la nomina come assessore produce la decadenza, per incompatibilità, dalla carica di consigliere).


Oltre a funzioni preparatorie ed esecutive, la Giunta svolge anche funzioni deliberative su tutte le materie non riservate la Consiglio o al sindaco.
Può anche adottare regolamenti relativi all’ordinamento degli uffici e dei servizi comunali.
La Giunta ha una competenza di carattere generale e residuale, perché riguarda tutti gli atti non attribuiti ad altri organi. Deve inoltre presentare una relazione annuale al Consiglio comunale sui risultati della propria attività.


Il Sindaco è l’organo posto al vertice o a capo del Comune come ente locale ed è responsabile dell’amministrazione comunale nel suo complesso.
È un organo individuale eletto direttamente dal corpo elettorale del Comune per 5 anni. Una persona non può essere eletta sindaco nello stesso Comune per più di 2 mandati consecutivi, a meno che uno dei mandati non sia stato interrotto prima della metà per una causa diversa dalle dimissioni.
Il sindaco deve nominare gli assessori e presentare alla Giunta le linee programmatiche delle azioni e dei progetti che intende realizzare.