Forme di Stato e forme di Governo: riassunto

Appunto inviato da aloha89
/5

Descrizione sintetica delle forme di Stato e di Governo più diffuse: Stato assoluto, liberale, democratico, totalitario, fascista, socialista, federale, sociale; governo presidenziale, parlamentare e semi-presidenziale (4 pagine formato doc)

FORME DI STATO E FORME DI GOVERNO: RIASSUNTO

Forme di Stato.

Lo Stato Assoluto. Si è sviluppato dopo il 1400 con l’aumento degli Stati Nazionali.
Caratteristiche principali sono l’accentramento del potere delle mani del sovrano e l’unificazione territoriale. Il sovrano, per tenere legati a sé i nobili ed evitare l’opposizione, concede loro dei privilegi. Egli è provvisto di un’organizzazione stabile che dipende direttamente da lui: l’esercito, la burocrazia e il corpo diplomatico che lo rappresentava.
Il suo potere è illimitato e incondizionato ed impersona il potere legislativo, esecutivo e giurisdizionale. Chi vive in questo stato non ha alcun diritto e viene di conseguenza chiamato “suddito”.
Decade dopo la Rivoluzione francese del 1789 quando si affermano i principi di uguaglianza e libertà di tutti i cittadini e nasce lo stato liberale.

Il governo italiano: riassunto


FORME DI STATO: DEFINIZIONE

Stato liberale. Si sviluppa intorno al XVII sec. con i movimenti politici della borghesia contro i sovrani assoluti.
Ha come obiettivo la tutela delle libertà o diritti inviolabili dei cittadini attraverso una Carta Costituzionale che riconosce e garantisce i diritti fondamentali e sottopone la sovranità dello stato ad una ripartizione dei poteri. Il potere politico viene eletto dai cittadini ma con un suffragio ristretto per censo. Il potere è caratterizzato dalla separazione dei poteri:
-    il parlamento ha il potere legislativo
-    il governo ha il potere esecutivo
-    la magistratura ha il potere giudiziario.
È uno stato di diritto in quanto lo stesso stato è subordinato alla legge, c’è la presenza della costituzione che stabilisce i diritti dei cittadini e l’organizzazione del potere politico.

Forme di Governo: appunti


FORME DI STATO E FORME DI GOVERNO: DIRITTO PUBBLICO

Il potere politico può essere:
-    costituzionale: il governo dipende dal re e il parlamento è bicamerale e formato da rappresentanti della nobiltà e della borghesia.
-    Parlamentare: il governo esercita la funzione esecutiva solo dopo aver ricevuto il voto di fiducia dal parlamento.
Dal punto di vista economico è uno stato “minimo” perché tutela la libertà di ciascuno ma non interviene nel sistema economico per equilibrare la ricchezza tra i cittadini (stato interventista).
È uno anche uno stato legislatore perché da regole al mercato.

Riassunto sulle forme di Governo


FORMA DI GOVERNO ITALIANA

Stato Democratico. Forma di stato nata nel ‘900 che caratterizza la maggior parte degli stati più ricchi del mondo.
Vige il suffragio universale e quindi tutti hanno il diritto di voto; sono presenti in Parlamento anche i rappresentanti del popolo e lo stato assume una serie di compiti di natura economica diventando stato sociale. Le decisioni vengono prese a maggioranza attraverso la votazione e devono essere garantite le libere elezioni e la libertà di fare propaganda. È uno stato di diritto ed è vincolato dalle scelte dei cittadini ed applica un’economia mista. Negli ultimi anni è in crisi per la mancanza di risorse; per procurarsi le risorse lo stato chiede fondi ai cittadini aumentando il debito pubblico. Molti diedero la colpa alle politiche keynesiane e lo stato ridimensionò il proprio compito.