Le azioni e le obbligazioni

Appunto inviato da 88giuliano88
/5

Riassunto ampio e dettagliato su i vari tipi di azioni e di obbligazioni (3 pagine formato doc)

Le azioni sono le quote di partecipazione sociale, nonché i documenti che rappresentano la posizione di socio: in questa seconda accezione, esse sono titoli di credito. Durante la propria esistenza, una società ha continuamente bisogno di capitali da impiegare nel processo produttivo.
Tali capitali si possono ottenere mediante: L’autofinanziamento, impiegando cioè tutti o una parte degli utili realizzati nell’esercizio precedente. Prestiti bancari, sui quali sono dovuti però interessi. L’emissione di nuove azioni, che incrementano il capitale sociale. L’emissione di obbligazioni, attraverso cui la società si impegna a restituire la somma prestata e a pagare gli interessi concordati. Le azioni servono dunque a procurare finanziamenti all’impresa e devono essere di uguale valore. Le azioni sono inoltre indivisibili, per cui, nel caso di comproprietà di un’azione, i diritti dei comproprietari devono essere esercitati da un rappresentante comune, e i soci comproprietari sono solidalmente responsabili delle obbligazioni da essa derivanti. Il capitale sociale è l’entità monetaria che corrisponde al valore dei conferimenti ed è un’entità fissa, volta a garantire gli interessi dei creditori, che può essere modificata solo a particolari condizioni dall’assemblea straordinaria.
Il patrimonio, che inizialmente coincide con il capitale, può subire dei cambiamenti rispetto a esso durante la vita della società. Il valore nominale delle azioni risulta dal rapporto tra il valore del capitale sociale e il numero delle azioni emesse. Inoltre, il valore nominale viene indicato, oltre che nell’atto costitutivo, anche sulle stesse azioni. Il valore reale si ottiene dividendo il patrimonio sociale per il numero di azioni emesse. Tale valore potrà essere superiore o inferiore al valore nominale in relazione all’andamento della gestione societaria. Il valore di mercato dipende dalla domanda e dall’offerta che di quei titoli è fatta sul mercato. Se un titolo è molto richiesto, il valore di mercato tende a salire, viceversa, esso tende a scendere quando è scarsa la richiesta. Sotto il profilo degli investimenti, le azioni sono titoli rischiosi, perché legati all’andamento non solo della società, ma dell’economia in generale. Si parla di quotazione di Borsa, con riferimento al valore di mercato delle azioni di società quotate in Borsa. Nelle società di persone la possibilità di trasferire la propria quota è subordinata al raggiungimento di determinate maggioranze o all’unanimità dei consensi. Nelle società per azioni, invece, l’elemento personale non ha alcun rilievo, dominando in esse criteri plutocratici: pertanto il trasferimento della qualità di socio è libero e si realizza con il semplice trasferimento delle azioni. Le azioni sono titoli di credito nominativo, pertanto, per poter essere trasferite, richiedono l’annotazione del nome dell’acquirente sulle azioni stesse e sul libro dei soci. Questa procedura di duplice annotazione prende il nome giuridico di tran