I diritti del cittadino europeo: riassunto

Appunto inviato da filippogasbarro
/5

Riassunto sui diritti del cittadino europeo (2 pagine formato doc)

DIRITTI DEL CITTADINO EUROPEO

I diritti del cittadino europeo. I valori dell’Europa. Il processo di integrazione europea, iniziato nel corso degli anni Cinquanta, è stato inizialmente caratterizzato da esigenze di natura economica, collegate alla necessità di ricostruire l’Europa dopo la seconda guerra mondiale, Ciò portò alla nascita di molti organismi, tra cui il più importante fu la Cee.
Cee: consente una crescita economica e civile dell’ Europa
UE: Il mercato comune europeo comprende ora 15 Stati, Gli obiettivi e i valori sono divenuti più ampi: non più limitati solo a quelli di natura economica, ma estesi al fine di soddisfare i bisogni di una società civile composta da uomini e donne, anziani e studenti, lavoratori e disoccupati, consumatori e imprese.
I trattati: In particolare sono il Trattato di Maastricht (1992), il Trattato di Amsterdam (1997) e alla Costituzione per l’Europa (2004) che hanno saputo imprimere una svolta all’Ue, i quali hanno offerto una nuova prospettiva politica e sociale, nella quale i cittadini
europei sono più garantiti nei loro diritti fondamentali.
Nel 2004 si è creata nel parlamento europeo la “Carta dei diritti fondamentali”.
 

Diritti e doveri del cittadino: riassunto

CONCETTO DI CITTADINANZA EUROPEA

I diritti fondamentali, vivere e lavorare in Europa
La cittadinanza europea garantisce i diritti e i doveri riconosciuti e disciplinati dalla Costituzione per l’Europa.
Dignità: si riconosce il diritto alla vita, all’integrità fisica e
psichica di ogni uomo, vietando espressamente: pena di morte, clonazione degli esseri umani per fini riproduttivi, schiavitù, servitù, lavoro forzato, torture, pene e trattamenti inumani.
Libertà: si garantiscono alcune libertà fondamentali sia individuali sia collettive come: sicurezza, riservatezza, domicilio, comunicazione, pensiero, coscienza e religione, espressione, informazione, riunione, associazione, istruzione (compresa quella obbligatoria), formazione
professionale continua, oltre alla libertà delle scienze e delle arti, di professione, di lavoro e di impresa e infine il diritto di asilo.
Uguaglianza: delle persone davanti alla legge e divieto di discriminazione per ragioni di sesso, razza, religione ecc.; parità di trattamento tra uomini e donne e una tutela particolare per anziani, minori e
soggetti disabili.
Solidarietà: vengono garantiti in modo particolare i lavoratori, ai quali sono riconosciuti i diritti di: informazione, consultazione, negoziazione e alcune azioni collettive per difendere i loro interessi (come il diritto di sciopero), oltre ai servizi gratuiti di collocamento, il diritto a condizioni di lavoro giuste ed eque.

Inoltre è espressamente vietato il lavoro minorile e i licenziamenti illegittimi e si riconoscono a tutti i servizi sociali, in
caso di malattia, infortunio, maternità, vecchiaia ecc.

Tema svolto: essere cittadini europei

RIASSUNTO I DIRITTI DEI CITTADINI EUROPEI

Cittadinanza: vi sono ripresi e disciplinati i diritti del cittadino europeo, già enunciati nella Parte I della Costituzione, ai quali si aggiunge il diritto a una buona amministrazione.
Giustizia: contiene alcuni diritti fondamentali in materia di giustizia come: il libero accesso alla giustizia, esercitata da giudici imparziali; la presunzione di innocenza e il diritto alla difesa; il principio della legalità (ogni reato deve essere previsto dalla legge) e della proporzionalità di reati e pene; il diritto a non essere giudicati e puniti due volte per lo stesso reato