Pubblica Amministrazione: definizione

Appunto inviato da denisabobes
/5

riassunto sul significato della Pubblica Amministrazione, il suo funzionamento, i principi e gli articoli che regolano il funzionamento della Pubblica Amministrazione italiana (6 pagine formato docx)

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DEFINIZIONE

In ogni organizzazione occorre una funzione amministrativa, cioè la gestione concreta degli affari che rientrano negli interessi comuni dei suoi componenti.

L’amministrazione regolata da norme giuridiche e svolta per soddisfare i pubblici interessi si riferisce alla Pubblica Amministrazione, definita dall’art 1 del d.lgs. 165/2001, che stabilisce che sono amministrazioni pubbliche tutte le amministrazioni dello Stato, come scuole, Regioni, Comuni, istituzioni universitarie, camere di commercio, etc.

I compiti dello Stato sono di garanzia e di benessere. I compiti di garanzia si riferiscono alla difesa della sicurezza pubblica, delle persone e dei loro beni, esercitata in settori come quello tributario, economico, ecologico, etc. L’autorità sui privati viene esercitata per prevenire le attività contrarie all’ordinaria vita sociale e per reprimere i comportamenti contrari a questa. I compiti di benessere presuppongono che lo Stato debba migliorare le condizioni di vita, con servizi di pubblica istruzione, assistenza sanitaria, trasporti.

Sintesi sulla Pubblica Amministrazione


SIGNIFICATO DI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

La Cost definisce i principi della Pubblica Amministrazione. All’art 28 stabilisce il principio di responsabilità, secondo il quale i dipendenti dello Stato sono responsabili giuridicamente degli atti compiuti in violazione dei diritti, e lo Stato non ne è responsabile. Un altro significato più ampio di responsabilità è definita all’art 54 Cost, dove si dice che ai pubblici funzionari vengono attribuiti compiti che devono essere adempiuti con efficienza e rispetto dei cittadini.
Il più importante principio è quello di legalità, significa che nessun atto di potere esecutivo è valido se non si fonda su una legge e non ne rispetta i limiti, cioè si assoggetta la Pubblica Amministrazione alla legge. Si indicano due significati:
•    La legalità strutturale significa che i pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, come stabilisce l’art 97 Cost, in quanto in materia di organizzazione statale vi è riserva di legge.
•    La legalità funzionale riguarda l’esercizio delle funzioni amministrative e significa che gli atti amministrativi devono essere conformi alla legge; quelli invalidi sono eliminabili con controlli della PA o dei cittadini.

Pubblica Amministrazione: appunti di scienze delle finanze


ORGANI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE QUALI SONO

Il principio di imparzialità è previsto all’art 97 Cost e stabilisce che i pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo da assicurare il buon andamento e l’imparzialità. Ciò significa che tutti i cittadini devono essere trattati allo stesso modo, senza discriminazioni. È un’applicazione del principio di uguaglianza art 3 Cost, in base al quale le situazioni uguali devono essere trattate in modo uguale. Non significa però che la Pubblica Amministrazione possa fare delle scelte di parte.
L’art 97 Cost stabilisce che i pubblici uffici devono essere organizzati in modo che sia garantito il buon andamento cioè l’efficacia della funzione amministrativa, senza però indicare come ciò debba essere fatto. Il buon andamento richiede che la Pubblica Amministrazione sia organizzata in modo tecnico, invece essa è subordinata a organi esecutivi dello Stato, delle Regioni e degli Enti locali. Il “spoil system” è un sistema anglosassone, per cui il partito che vince le elezioni mette in carica, in posti strategici, persone a loro favorite.

Pubblica Amministrazione: appunti di diritto


LE FUNZIONI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

La Pubblica Amministrazione deve anche attenersi ai criteri di economicità, efficacia, efficienza, pubblicità e trasparenza, stabiliti nella legge 241/1990, e sono dei parametri giuridici per la PA.
•    Efficienza, indica il rapporto tra il risultato dell’azione posta in essere dalla PA e la quantità di risorse impiegate per ottenere lo stesso risultato.
•    Efficacia, è il rapporto tra ciò che si è effettivamente realizzato e ciò che si sarebbe dovuto realizzare.
•    Economicità, che impone alla PA il conseguimento del massimo risultato prefissato, in relazione con il minor impiego di risorse a sua disposizione.
•    Pubblicità e trasparenza, sono due criteri molto simili, ma la pubblicità indica che gli atti della PA sono pubblici e quindi opponibili, mentre la trasparenza indica che un cittadino può accedere ad ogni atto che lo riguarda.  A questi si riconducono il diritto di accesso ai documenti amministrativi, la pubblicità degli atti, l’obbligo di motivazione.
La funzione amministrativa è svolta da un insieme di uffici, che costituisce la Pubblica Amministrazione. In senso soggettivo la PA indica gli uffici che esercitano funzioni amministrative attraverso i loro dipendenti, e in senso oggettivo, la funzione che questi uffici svolgono.