Lo statuto dell'imprenditore commerciale e i suoi collaboratori

Appunto inviato da symo1990
/5

Sintesi sul documento che regolamenta le capacità operative dell'impresa commerciale, sul registro delle imprese e sulle scritture contabili (3 pagine formato doc)

L'ACQUISTO DELLA QUALITÀ DI IMPRENDITORE COMMERCIALE
L'imprenditore commerciale, rispetto all'imprenditore in genere, è sottoposto ad una particolare disciplina che definiamo statuto dell'imprenditore commerciale.
Tale disciplina si basa su due principi fondamentali: l'assoggettabilità delle procedure concorsuali e il sistema della pubblicità degli atti dell'imprenditore (scritture contabili e iscrizione nel registro delle imprese).
Per acquistare la qualità di imprenditore commerciale è necessario esercitare professionalmente un'attività commerciale e si perde quando il soggetto cessa di esercitarla.

LO STATUTO DELL'IMPRENDITORE COMMERCIALE

La funzione dello statuto dell'imprenditore commerciale è quella di migliorare l'organizzazione e la funzionalità dell'impresa e di tutelare i terzi estranei all'impresa che hanno rapporti giuridici con essa.
I punti fondamentali sono:
- la capacità di esercitare un'impresa;
- l'obbligo di iscrizione nel registro delle imprese;
- l'obbligo di tenere le scritture contabili;
- la soggezione al fallimento e alle altre procedure concorsuali.

La capacità ad esercitare un'impresa commerciale.

Per compiere validamente gli atti giuridici è necessario avere la capacità di agire (18° anno di età).
Per l'esercizio di un'impresa commerciale da parte di un'incapace di agire ci sono dei limiti:

1)Il minore, l'interdetto e l'inabilitato possono continuare l'esercizio di un'impresa commerciale (successione o donazione) con l'autorizzazione del tribunale. Nel caso del minore e dell'interdetto, l'esercizio sarà effettuato dal genitore o tutore, mentre nel caso dell'inabilitato svolgerà egli stesso l'impresa.
2)Il minore emancipato può sia iniziare che continuare l'esercizio di un'impresa commerciale, con autorizzazione del tribunale e con parere del giudice tutelare..