Architettura medievale: caratteristiche

Appunto inviato da ballylocci
/5

Le caratteristiche dell'architettura medievale con riferimenti alla città immaginaria di Minas Tirith ideata da Tolkien (2 pagine formato doc)

ARCHITETTURA MEDIEVALE: CARATTERISTICHE

Storia dell’architettura Medievale.

Era stata edificata su sette diversi livelli, come delle sporgenze scolpite nella collina,circondate ciascuna da mura e chiuse da sette cancelli. […] E la piazza della Fontana ai piedi della Torre Bianca,alta e proporzionata,misurava cinquanta tese dalla base fino al pinnacolo ,in cima al quale sventolava l’insegna […] Era davvero una fortezza possente e non certo facilmente espugnabile da un esercito nemico...

MINAS TIRITH DI TOLKIEN

Con queste parole Tolkien descrive perfettamente la città di Minas Tirith. Essa rappresenta perfettamente la tipica città medievale.

Infatti il medioevo rappresenta un lungo periodo tetro per l’intera Europa che va dal VI al XIV secolo. Esso si può suddividere in due fasi una che va  dalla caduta dell’impero romano fino all’anno mille e l’altro che va fino al rinascimento. Nel primo periodo vi fu una diminuzione della popolazione  e un conseguente abbandono delle città. Nel secondo periodo invece ci fu una ripopolazione ci fu anche la ripresa dello sviluppo delle città. Esse in questo periodo godevano di una grossa indipendenza. Le case che hanno caratterizzato maggiormente questo periodo sono quella del mercante e quella dell’artigiano. Esse si sviluppavano su diversi livelli, il pian terreno era riservato a locali addetti alle attività commerciali o artigiane. Al primo piano vi si trovavano le sale da pranzo, le cucine e i saloni,mentre al secondo piano solitamente vi si trovavano le camere da letto. Questo tipo di abitazione appartiene al tipo unifamiliare a schiera, detto anche casa gotica. Nel nord d’Europa e in parte anche nel nord Italia queste case vennero costruite a traliccio di legno , mentre nel resto dell’Italia si diffusero maggiormente le case in muratura in pietra o in mattoni cotti. In ogni caso questo tipo di abitazione avevano una minore qualità tecnica rispetto alle case romane  infatti non erano fornite ne di acquedotti ne di fognature.

Arte medievale: riassunto e caratteristiche

ARCHITETTURA MEDIEVALE: CASTELLI E CASE

Le case dei nobili non differivano di molto dalle case mercantili se non per le dimensioni,e per il fatto che molte di loro presentassero delle fortificazioni dovuto allo stato di belligeranza  tra le diverse casate. Così come fortificate risultavano le città con grosse mura che dovevano proteggerle dagli assedi esterni. Tra alcune città in cui lo schema romano preesistente fu perso, o di nuova fondazione, si diffuse lo schema radiocentrico con le principali vie radiali confluenti verso la piazza centrale . Ma il reticolo ortogonale utilizzato dai romani venne ripreso nella seconda metà del medioevo. In genere la piazza del mercato,in cui si affacciava il palazzo del comune o la cattedrale,era posta al centro dall’abitato.

CHIEDE MEDIEVALI

Infatti la piazza del mercato nelle città a carattere commerciale era il fulcro di tutta la vita cittadina, altrove il centro di tutte le attività potevano essere gli edifici religiosi , come i santuari o le cattedrali. Infatti le costruzioni più sviluppate in questo periodo erano proprio gli edifici religiosi.