Operazioni bancarie: riassunto di economia aziendale

Appunto inviato da vale088cs
/5

Riassunto sulle caratteristiche generali delle operazioni bancarie (1 pagine formato doc)

OPERAZIONI BANCARIE: RIASSUNTO DI ECONOMIA AZIENDALE

I caratteri generali delle operazioni bancarie: riassunto di economia aziendale.

La raccolta del risparmio e lo svolgimento dell’attività bancaria sono disciplinate oltre che dall’art. 47 della Costituzione, anche da norme tecniche specifiche.
I contratti tra banca e cliente, sono considerati contratti-tipo dove il cliente aderisce, accettando le clausole vessatorie.
L’attività bancaria si realizza tramite la raccolta del risparmio tra il pubblico e nell’esercizio del credito.
Tale raccolta avviene mediante l’acquisizione dei fondi, sottoforma di depositi, sia sotto altre forme con obbligo di rimborso.
La gestione delle banche avviene attraverso operazioni svolte direttamente o indirettamente. Svolgendo la funzione di intermediario, la banca suddivide le operazioni in:
1)    operazioni di raccolta fondi suddivise in:
â—¦    operazioni originarie;
â—¦    operazioni derivate;
â—¦    operazioni indirette.
2)    operazioni di impiego fondi.

Operazioni bancarie: tesina di economia aziendale

OPERAZIONI BANCARIE QUALI SONO

Il prezzo delle operazioni bancarie, è rappresentato dal tasso se si tratta di impiego o raccolta di fondi, commissioni se si tratta di operazioni di servizi e gli elementi accessori quali le valute, gli oneri fiscali ecc.
I tassi principali d’interesse su cui le banche fanno riferimento sono l’Euribor (tasso interesse medio applicato ai debiti bancari dell’UE) e l’Eurepo (tasso applicato agli scambi di liquidità tra banche).
La differenza tra tassi attivi e passivi, forma il margine d’interessi. Quelli attivi tengono conto della durata e del rischio dei singoli prestiti, mentre quelli passivi dipendono dall’entità dei capitali depositati e dalla giacenza presso la banca.
Un importante problema derivante dai tassi è quello della doppia forbice che si suddivide in due parti: la prima forbice, sorge dal divario tra tassi attivi e tassi passivi mentre la seconda forbice, scaturisce dal divario tra top rate e prime rate.
Parte fondamentale dei calcoli bancari è costituita dagli interessi, che possono distinguersi in:
â—¦    interessi posticipati quando alla scadenza dell’operazione si riceve il montante;
â—¦    interessi anticipati quando all’accensione del contratto si versa il valore attuale commerciale.

Banche: definizione e funzioni

OPERAZIONI BANCARIE ECONOMIA AZIENDALE

Il calcolo degli interessi può avvenire secondo l’anno commerciale considerando tutti i mesi di uguali giorni e, anno civile che è la procedura maggiormente utilizzata attualmente che considera i mesi con numero di giorni uguali a quelli del calendario. Le operazioni bancarie sono generalmente regolate nel conto corrente cioè il contratto con il quale le parti si obbligano ad annotare in un conto i crediti derivanti dalle varie operazioni effettuate. Il contratto di conto corrente, è generalmente considerato inesigibile fino a quando una delle due parti non intende rescindere il contratto. Il giorno di liquidazione può essere prestabilita o determinata successivamente ma in ogni caso attuata al 31/12. Le operazioni effettuate, vengono annotate dalla banca sull’estratto conto o sul riassunto a scalare, entrambi i moduli, possono essere richiesti in qualsiasi momento dal cliente in modo da rendersi conto delle proprie operazioni effettuate e dello stato attuale del proprio conto corrente. Sull’estratto conto, le operazioni vengono annotate per ordine di data e movimenta solo i capitali mentre il riassunto a scalare detto anche staffa, è utile per la rilevazione degli interessi.