Il bilancio d'esercizio

Appunto inviato da djgiuseppe
/5

Il bilancio d’esercizio è un documento di derivazione contabile mediante il quale gli amministratori forniscono la rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria della società al termine del periodo amministrativo e del risultato economico c (4 pagine formato doc)

Untitled IL BILANCIO D'ESERCIZIO DELLA SOCIETA' DI CAPITALI 1.
LE FUNZIONI DEL BILANCIO D'ESERCIZIO Il bilancio d'esercizio è un documento di derivazione contabile mediante il quale gli amministratori forniscono la rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria della società al termine del periodo amministrativo e del risultato economico conseguito nell'esercizio. Il bilancio d'esercizio svolge le seguenti funzioni: è un documento amministrativo che collega la gestione passata a quella futura; è uno strumento di conoscenza della gestione e dei suoi risultati per gli amministratori della società; è uno strumento di comunicazione di informazioni di carattere economico, finanziario e patrimoniale nei confronti di una molteplicità di soggetti che in vario modo sono interessati agli andamenti aziendali e che si collocano si all'interno dell'azienda sia all'esterno di essa, come le banche e gli altri finanziatori. 2.
IL SISTEMA INFORMATIVO DI BILANCIO PREVISTO DAL COD. CIV. CLAUSOLA GENERALE La clausola generale fissa il principio che sta alla base della nuova regolamentazione del bilancio e lo individua nella chiarezza con cui esso deve essere redatto e nella verità e correttezza della rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria della società nonché del risultato economico dell'esercizio. 1- La chiarezza del bilancio va intesa come intelligibilità da parte di persone dotate di media cultura contabile. Essa deriva dalla rigorosa osservanza delle regole giuridiche che disciplinano: la struttura e il contenuto delle varie parti del bilancio; la valutazione degli elementi attivi e passivi; l'iscrizione delle poste del Conto economico. 2- La rappresentanza veritiera e corretta del patrimonio e del reddito d'esercizio non può consistere nella ricerca di una impossibile verità oggettiva, ma va intesa come il comportamento in buona fede da parte degli amministratori, che devono operare correttamente le stime e le iscrizioni delle varie voci di bilancio, tenendo presenti: le norme di legge; i principi contabili. Il file del bilancio è: l'obbligo di fornire informazioni complementari a quelle stabilite dalla legge; l'obbligo di derogare alle norme di legge, in casi eccezionali, se la loro applicazione impedisce di conseguire l'obiettivo fondamentale. 3. I PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO Principi di redazione del bilancio: 1- La valutazione delle voci di bilancio deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell'attività. E' il principio della prudenza, che esclude gli utili sperati. Ad esso è associato il principio della continuità aziendale (going concern), secondo il quale le valutazioni devono essere eseguite con criteri di “funzionamento”. 2- Si possono indicare solo gli utili realizzati alla data di chiusura dell'esercizio. Questa disposizione rafforza il principio della prudenza. 3- Si deve tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dell'esercizio, indipendentemente dal