L'attività bancaria: riassunto

Appunto inviato da ghiro1979
/5

L'attività bancaria, definizione e le funzioni della banca: riassunto di economia aziendale (1 pagine formato doc)

L'ATTIVITA' BANCARIA: RIASSUNTO

Attività bancaria: riassunto di economia aziendale.

1)La banca è un’impresa che opera nel campo del credito e dei regolamenti monetari, svolgendo attività di intermediazione tra i soggetti in avanzo e quelli in disavanzo finanziario e prestando numerosi servizi. Le operazioni bancarie possono essere classificate in cinque gruppi:
 a) Le operazioni bancarie di intermediazione creditizia: riguardano la tipica attività bancaria nel settore del credito. Tali operazioni si dividono in:
 operazioni di raccolta, con i quali la banca si procura i mezzi necessari per svolgere la sua funzione di intermediazione tra i soggetti.
Queste operazioni sono chiamate anche operazioni passive, perché la banca diventa debitrice nei confronti di coloro che le forniscono i fondi. Mentre con le operazioni di impiego, la banca utilizza i mezzi in suo possesso, ottenuti mediante le operazioni di raccolta, costituenti il proprio patrimonio.

Tesina di maturità sulle banche nelle economie avanzate


ECONOMIA AZIENDALE: RIASSUNTO SULLE BANCHE

Queste operazioni si chiamano operazioni attive perché la banca diventa creditrice nei confronti di coloro che finanzia.
b) Le operazioni di investimento finanziario consistono in acquisti di titoli del debito pubblico, di obbligazioni e azioni di società. Si tratta di investimenti in strumenti finanziari che fruttano alla banca interessi.
c) I servizi di intermediazione in valori mobiliari e valute con i quali la banca acquista e vende per conto dei propri clienti titoli del debito pubblico o titoli privati (azioni e obbligazioni di società) e valute estere (banconote straniere).
d) I servizi complementari sono costituiti da una serie di prestazioni (quali incassi per cambiali, locazione di cassette di sicurezza, amministrazione di titoli dei clienti). Questi servizi soddisfano particolari esigenze dei clienti e fruttano ricavi, ai quali si aggiungono importanti vantaggi indiretti, come l’intensificazione dei rapporti con la clientela e la possibilità di instaurare nuove relazioni d’affari.

Le banche: riassunto


LA BANCA E LE SUE FUNZIONI

e) I servizi collaterali, infine, sono rappresentati da prestazioni di tipo non tradizionale fornite dalla banca o tramite altre società da essa controllate. L’attività si è sviluppata in nuove direzioni, per esempio nell’emissione di nuovi strumenti di pagamento (quali le carte di credito)
2) Il c/c di corrispondenza è la forma tecnica più diffusa di c/c bancario. Mediante i c/c di corrispondenza i clienti (correntisti) trasferiscono alla banca il proprio “servizio di cassa” e la incaricano di regolare tramite scritture di addebito (con segno Dare) e di accredito (con segno Avere) le molteplici operazioni effettuate e i diversi servizi prestati. Il c/c di corrispondenza rappresenta, pertanto, un comodo strumento per la conservazione e l’utilizzo delle disponibilità liquide di imprese e famiglie.
3) L’operazione di giroconto consiste nel trasferimento contabile di una somma di denaro da un conto corrente all’altro quando entrambi i c/c sono intestati alla stessa persona. Il bonifico, invece, è un ordine di pagamento che il debitore (ordinante) dispone invitando una banca a mettere una somma in contanti a disposizione del creditore (beneficiario), quindi ad un individuo a cui non è intestato lo stesso c/c.

Tesina di maturità sulla banca


ATTIVITA' BANCARIA: DEFINIZIONE

4) Nella pratica commerciale si sono diffusi, negli ultimi anni, diversi strumenti delle fatture relative a contratti di vendita. Negli anni scorsi erano spesso impiegate le “ricevute bancarie” che erano documenti cartacei. Tali ricevute presentavano alcuni gravi inconveniente che rendevano difficile e lungo il lavoro. L’ABI (Associazione Bancaria Italiana) ha infatti stabilito che non è più ammesso lo scambio tra banche di ricevute cartacee e ha invitato le banche a passare dal servizio tradizionale a quello elettronico. La principale procedura di incasso elettronico ha la denominazione ufficiale di “ Servizio elettronico incassi di ricevute bancarie” (Ri.Ba). Per usufruire del servizio le imprese clienti comunicano alla banca le partite da incassare su supporto magnetico. Ai singoli debitori, invece, la banca incaricata della riscossione invia un avviso di scadenza e, in caso di pagamento, consegna un documento stampato al momento stesso dell’incasso. Altre forme sono: M.A.V (pagamenti mediante avviso) le banche effettuano la riscossione di importi periodici, come quelli derivanti da vendite a rate di automobili, elettrodomestici ecc. R.I.D (rapporti interbancari diretti) le banca eseguono pagamenti per conto dei propri clienti di importi di natura ricorrente e scadenza prestabilita, ossia energia elettrica, telefono, acqua potabile ecc.

Economia aziendale: tesina di maturità


LE BANCHE: RIASSUNTO

5) Il contratto di apertura del credito è sempre preceduto da una istruttoria con la quale la banca accerta la correttezza, la solvibilità, e la potenzialità economico-patrimoniale del richiedente. Il fido è quindi un atto preliminare alla conclusione del contratto di apertura del credito vero e proprio.
L’apertura di credito è un contratto consensuale con cui la banca si impegna a tenere a disposizione di un cliente, per un certo tempo, oppure a tempo indeterminato, una somma di denaro che il cliente stesso potrà utilizzare più volte mediante una pluralità di atti.