Il mercato finanziario e la Borsa: definizione e spiegazione

Appunto inviato da casanovapaola
/5

Riassunto di economia politica che spiega e definisce il mercato finanziario e la borsa (5 pagine formato doc)

IL MERCATO FINANZIARIO E LA BORSA: DEFINIZIONE E SPIEGAZIONE

Il mercato finanziario: economia politica.

E' alimentato dai risparmi che le famiglie intendono investire a medio lungo termine.
A questo mercato attingono:
•    le imprese per il finanziamento degli investimenti
•    lo Stato per il finanziamento dei deficit di bilancio
•    le famiglie per il finanziamento degli acquisti di beni durevoli
I soggetti che necessitano di capitali in prestito a medio lungo termine possono ottenerli attraverso:
•    il ricorso ai risparmiatori tramite il mercato ufficiale della Borsa (conveniente quando i prestiti sono di entità considerevole
•    il ricorso agli intermediari finanziari, come è il caso delle piccole e medie imprese per il finanziamento delle loro iniziative produttive e delle famiglie che vogliono acquistare casa
Credito a lungo termine incorporato in speciali titoli di credito facilmente trasferibili sul mercato e trasformabili rapidamente in moneta.

Il mercato finanziario: tesina di maturità


MERCATO FINANZIARIO

Vene favorita la costituzione di istituti di credito specializzati, in quanto la riforma bancaria del 1936 vietava agli istituti di credito ordinario di concedere finanziamenti a medio lungo termine alle imprese
La riforma bancari del 1993 ha mirato alla privatizzazione degli istituti di credito e alla creazione di gruppi bancari polifunzionali. I maggiori gruppi oltre a concedere prestiti a breve, operano nel settore del credito industriale e fondiario.

Mercato finanziario: definizione


LA BORSA

Possiamo distinguere:
•    la Borsa merci se in essa contrattano merci di largo mercato
•    la Borsa valori o semplicemente Borsa se in essa si contrattano titoli o valute
La Borsa valori è un mercato pubblico in cui avvengono le contrattazioni relative ai titoli di credito a lungo termine, sia pubblici che privati.
La Borsa è uno strumento per trasferire liquidità dai soggetti che effettuano risparmi ai soggetti che hanno necessità di mezzi liquidi.

Per le imprese rappresenta un importante modo per procurarsi liquidità in aggiunta all'autofinanziamento e al ricorso al credito a breve e medio lungo termine.
Nella Borsa vengono trattati 3 tipi di titoli:
•    azioni, emesse da società commerciali   -> rappresentano una quota del CS
•    obbligazioni, emesse da società commerciali ed enti pubblici   -> rappresentano un debito
•    titoli del debito pubblico, emessi dallo Stato.

Appunti sul mercato finanziario e la borsa


MERCATO FINANZIARIO COS'E'

Le azioni sono titoli a reddito variabile, in quanto il loro rendimento, detto dividendo, non è fisso nel tempo, ma dipende dalle decisioni degli organi sociali circa la quantità dei profitti da distribuire agli azionisti, e quella da reinvestire nell'impresa.
Le obbligazioni e i titoli del debito pubblico sono a reddito fisso, in quanto fruttano un rendimento fisso in termini nominali. Solo per una parte di questi titoli sono previsti rendimenti variabili (obbligazioni e titoli pubblici indicizzati per proteggere il rendimento dell'inflazione).
I titoli possono essere emessi:
•    alla pari
•    sopra la pari
•    sotto la pari (solo le obbligazioni): sottoscrittore ottiene il titolo a un prezzo minore rispetto al valore nominale
L'emissione sotto la pari ha come effetto l'aumento del rendimento effettivo, che è così superiore a quello nominale.
La funzione della Borsa è quella di favorire l'incontro della domanda e dell'offerta di capitali, consentendo l'afflusso del risparmio alle imprese e allo Stato, attraverso la vendita di titoli pubblici e privati.
La Borsa deve essere efficiente e trasparente.
Titoli quotati nella Borsa italiana sono pochi, principale Borsa valori italiana ha sede a Milano, titoli azionari delle imprese industriali sono minoritari rispetto a quelli delle imprese finanziarie, titolo a reddito fisso prevalenti i titoli di Stato.