muscoli e sistema muscolare

Appunto inviato da cicone1987
/5

Il sistema muscolare è costituito dall’insieme di muscoli, i quali sono da considerarsi organi attivi del movimento. (4 pagine formato doc)

Il sistema muscolare è costituito dall'insieme di muscoli, i quali sono da considerarsi organi attivi del movimento.
I muscoli si dividono in LISCI (involontari) e SCHELETRICI (volontari) I Muscoli Lisci sono formati da cellule a forma affusolata con un solo nucleo e che non presentano striature.Sono muscoli involontari perché non dipendono dal nostro controllo. Il loro movimento è debole e mantenuto nel tempo. I Muscoli Scheletrici sono muscoli che presentano delle cellule con striature, polinucleate. Sono detti muscoli volontari perché dipendono dal nostro controllo e il loro movimento è rapido ed energico. Questi muscoli sono legati alle ossa tramite i tendini (mentre i legamenti servono per unire l'articolazione).
STRUTTURA DEI MUSCOLI SCHELETRICI Formati da un insieme di fasci di fibre di forma allungata. Ogni fascia è costituita da un insieme di cellule all'interno delle quali sono presenti le MIOFIBBRILLE o MIOFILAMENTI. La mioglobina cattura l'ossigeno presente nel sangue per cederlo poi, alle fibre muscolari quando ne hanno bisogno. Le miofibbrille immerse in un liquido ricco di mitocondri e di mioglobina, sono la parte più importante del muscolo ed è grazie a loro che avviene il movimento. MOVIMENTO DEI MUSCOLI Le miofibbrille contengono filamenti proteici: la miosina e l'actina. L'actina è legata alla miosina attraverso ponti mobili che servono per la contrazione del muscolo : in questo processo, si avvicinano i filamenti di astina, provocando un accorciamento di tutta la fibra muscolare. La distensione del muscolo si verifica con il processo opposto, ossia, quando lo stimolo cessa, i ponti si staccano e la fibra muscolare si riallunga. ENERGIA L' ATP cede l'energia necessaria per i muscoli. L'ATP è presente in piccola quantità nei muscoli, ma può cedere costantemente energia, grazie al suo continuo riformarsi. La trasformazione da ADP ad ATP è detta ricarica dell'ATP; questa trasformazione per essere eseguita, ha bisogno di una fonte di energia che può essere ceduta in 2 modi: con l'aiuto dell'ossigeno ( AEROBICO); senza aiuto dell'ossigeno (ANAEROBICO). PROCESSO AEROBICO Nei muscoli sono presenti glicogeno(zucchero) e in caso di necessità anche acidi grassi. Quando queste 2 sostanze vengono a contatto con l'ossigeno trasportato dal sangue, bruciano producendo l'energia necessaria per trasformare l'ADP in ATP e producendo come sostanze di rifiuto l'anidride carbonica e l'acqua. PROCESSO ANAEROBICO Processo anaerobico alattacido: avviene grazie ad una piccola quantità di sostanza altamente energetica presente nel muscolo, trasforma rapidamente ADP e ATP. Processo anaerobico lattacido: gli zuccheri si scindono in energia e in acido lattico. Una parte di acido viene accumulate nei muscoli, mentre un'altra è portata dal sangue al fegato che lo trasforma in zucchero. La sensazione di fatica è data dall'accumulo di acido lattico. Se il lavoro muscolare e moderato, dipende dall'esaurimento di materiali energetici. COMBUSTIBILI PER MUSCOLI L