Apparato riproduttore femminile: riassunto

Appunto inviato da baccialberto
/5

Breve descrizione con immagini dell'apparato riproduttore femminile. Riassunto sull'apparato riproduttore femminile e i suoi organi, quali: la vulva, la vagina, l'utero, le tube di falloppio, le ovaie e il ciclo mestruale (1 pagine formato pdf)

APPARATO RIPRODUTTORE FEMMINILE RIASSUNTO

L’apparato riproduttore femminile: anatomia.

La pubertà si verifica fra gli 11 anni e i 16 anni ed è condizionata dal clima, alimentazione, familiarità ecc.; inizio si nota con la comparsa di nuove forme, con lo sviluppo del seno e lo scurimento dei capezzoli, i peli sotto le ascelle e sul pube, la pelle diventa più grassa ecc e termina con la prima mestruazione (menarca) che attesta la maturità dell’ovaie. L’ apparato riproduttore femminile e composto da organi interni ed esterni;
• ESTERNI: vulva
• INTERNI: vagina, utero, le tube di Falloppio, le ovaie
La vulva - Vedendola dall’alto è riconoscibile la Sinfisi pubica o monte di venere che è ricca di grasso e nella pubertà si ricopre di peli, verso il basso si nota due pieghe più grandi dette grandi labbra.
All’ interno delle grandi labbra ci sono le piccole labbra dove troviamo le ghiandole sudoripare, numerosi vasi sanguigni e terminazioni nervosi dandogli la sensibilità; anteriormente le piccole labbra si uniscono a formare il clitoride che è ricca di vasi venosi, rendendolo sensibile e assomiglia ad un pene. Sotto di essi si trova lo sbocco dell’uretra e l’ostio vaginale che è il passaggio per i genitali interni. L’ingresso della vagina appare chiuso in parte da una membrana (imene) che non sempre si lacera con il primo rapporto sessuale; è molto elastica quindi può consentire rapporti senza che si laceri. Un tempo a questa membrava veniva data più importanza perché simboleggiava la “verginità”; oggi non è proprio così e gli viene dato un significato soltanto simbolico.

L'apparato riproduttore maschile e femminile: riassunto


RIASSUNTO DELL'APPARATO RIPRODUTTORE

La vagina - Essa è un canale con le pareti elastiche situata tra la vescica e l’intestino retto, capace di allungarsi e allargarsi molto per la presenza di molte pieghe della sua mucosa. All’interno della vagina non esistono ghiandole e quindi neanche secrezione ( il secreto vaginale è un liquido trasudato dai vasi sanguigni che corrono subito sotto le sue pareti) e attorno all’ ingresso della vagina troviamo il muscolo (elevatore dell’ano) che si contrae volontariamente rendendo il rapporto sessuale impossibile e doloroso; questo fenomeno è detto vaginismo. La vagina termina con il collo dell’utero che sporge formando una piega; il formice dove il ginecologo può toccare gli organi interni (utero, ovaie e tube).

Apparato genitale femminile: ricerca


APPARATO RIPRODUTTIVO RIASSUNTO

Esso è un organo costituito da fasci di fibre muscolari molto elastico che accoglie il bambino nella gravidanza ed ha forma di pera rovesciata; la parte della vagina che sporge è chiamata collo dell’ utero mentre quella più grossa situata nella parte centrale è detta corpo uterino. La sua forma e volume variano dall’ età e da precedenti gravidanze e; normalmente l’utero è rivolto in avanti appoggiato alla vescica (antiversa) ma può essere anche appoggiato sul retto (retroverso). La cavità compresa all’interno dell’utero danno luogo ad uno stretto canale chiamato canale cervicale ed è tappezzata da una mucosa chiamata l’endometrio il cui spessore varia durante il ciclo mestruale.