I sofisti

Appunto inviato da superbicio
/5

Descrizione completa del pensiero sofista (4 pagine formato doc)

I SOFISTI: I SOFISTI: Anticamente il termine sofista era sinonimo di saggio e alludeva ad un uomo esperto, dotato di una vasta cultura.
Invece nel V secolo si chiamarono Sofisti quelli intellettuali che facevano professione di sapienza e la insegnavano dietro compenso, per questo vennero screditati dalla mentalità aristocratica e soprattutto da Platone e Aristotele che li giudicarono falsi sapienti, interessai ai soldi più che alla verità. E questa concezione continuò a permanere fino ad ora dove il termine sofista è uguagliato a falso, truccato (“sofisticato”). La critica contemporanea però appare più favorevole ad una rivalutazione.
I Sofisti hanno operato una vera rivoluzione filosofica spostando l'asse della speculazione dalla natura all'uomo. I Sofisti si concentrano sulla politica, sulle leggi, la religione…diventando filosofi dell'uomo e della città. Questo cambiamento è conseguenze di un avvenuto mutamento del contesto politico dell'epoca, dove democrazia, borghesia, commercio hanno portato all'affermarsi di nuovi parametri di giudizio. Documento eloquente di questa situazione è l'elogio funebre di Pericle, leader della nascente democrazia ateniese. Con questa sua orazione, egli mette in chiaro i cambiamenti e i favori portati dalla nuova democrazia: Atene si proclama a scuola dell'Ellade, esempio per le altre città; nuove leggi uguali per tutti vengono seguite e rispettate da tutti, e le cariche pubbliche importanti, elette, vengono considerate; il governo dei molti da libertà perfino nella vita quotidiana, e quindi niente più diversità sociali e invidie; più apertura verso lo straniero e gli stati stranieri. Con questa nuova forma di governo tutti i cittadini vengono chiamati a servire lo stato, a fare parte dello stato, con discussioni senza alcuna censura o mancanza di libertà d'opinione. Felicità, libertà, e prontezza nella difesa…ecco in nuovi valori della società. La democrazia rappresenta il presupposto genetico e lo spazio operativo entro cui si è mossa storicamente la corrente dei Sofisti. Della democrazia fa parte integrante il discorso, e i Sofisti si preoccupano di insegnare, dietro pagamento, l'arte dell'eloquenza, disciplina fondamentale per tale governo democratico e per tutti gli uomini politici. Tant'è vero che la loro creazione più importante è la retorica (arte del dire). La specifica situazione socio-storico-politica sta alla base di alcuni degli aspetti più importanti della sofistica. Essa è stata definita come una sorta di Illuminismo greco, ovvero il movimento culturale che in Europa nel XVIII secolo portava come simbolo l'uso libero e spregiudicato della ragione in tutti i campi. Il suo strumento fu la critica assoluta, inarrestabile di fronte all'autorità di alcuna tradizione e con il compito di svincolare l'uomo da ogni pregiudizio. Stessa cosa accade nella Sofistica, che impone la sostituzione di vecchi miti e leggende con nozioni razionali o che almeno si credono tali; I Sofisti hann