Galileo Galilei: filosofia moderna

Appunto inviato da giugy17
/5

Riassunto su Galileo Galilei e la filosofia del 1600 (2 pagine formato doc)

GALILEO GALILEI: FILOSOFIA

Galileo Galilei.

Fondamentale esponente della rivoluzione scientifica e culturale del XVII secolo. È stato il primo studioso a utilizzare il telescopio (inventato da lui, quindi non solo scienziato ma anche inventore) per l’osservazione degli astri. Sulla base della sua formazione tecnico-scientifica ha dimostrato:

1) la falsità e l’insostenibilità delle tesi tradizionali relativa alla perfezione dei corpi celesti (grazie all’osservazione delle macchie lunari);
2) la verità scientificità della teoria eliocentrica (la terra come centro del sistema e non il sole).
Galileo è stato il primo a considerare, come oggetto di studi scientifici, i corpi celesti simili a quelli terrestri.

Quindi ha realizzato le sue scoperte e ricerche sempre in opposizione ai dogmi del sapere (matte in discussione i principi aristotelici e i dogmi tradizionali della Chiesa e infatti grazie a questo  è stato oggetto della censura ecclesiastica), infatti sulla base dello studio delle Scritture Sacre ha sostenuto che Dio si manifesta in 2 diversi modi:

1) attraverso la verità rivelata, cioè attraverso la Bibbia (linguaggio popolare, funzione divulgativa che non può avere il rigore del linguaggio scientifico) la quale contiene insegnamenti etico-religiosi che devono essere interpretati dalla Chiesa;
2) la verità naturale, cioè attraverso la natura che possiede una struttura matematica che deve essere interpretata dalla scienza; grazie a queste affermazioni Galileo ha affermato che fede e scienza hanno competenze e linguaggi completamente diversi, ma provengono ambedue da Dio.

GALILEO GALILEI: RIASSUNTO FILOSOFIA

In fine Galileo ha elaborato il metodo della scienza fondato sulla critica al principio di autorità quindi ostile al tradizionale sapere astratto che era caratterizzato da essenzialismo e finalismo (cioè indagare sulle cause finali);e basato su una concezione matematica della natura e sulla distinzione tra qualità oggettive e soggettive dei corpi. Il metodo della scienza è articolato in:

1) SENSATE ESPERIENZE: ossia la osservazione dei fenomeni che è basata sui sensi  e ha carattere quantitativo ed è mossa da un interesse teorico (metodo analitico);
2) NECESSARIE DIMOSTRAZIONI: ovvero le ipotetiche prospettano la soluzione dei problemi fisici attraverso la deduzione logico-matematica (metodo sintetico);
3) CIMENTO O VERIFICA: cioè l’esperimento in laboratorio che serve alla verifica dell’ipotesi (carattere intersoggettivo, per il quale tutti possono sperimentare e verificare gli stessi risultati). Quindi l’interesse teorico porta a un’ipotesi che viene sottoposta a una verifica.

Galileo Galilei: riassunto su vita e scoperte

FILOSOFIA MODERNA GALILEO GALILEI

SCIENZA E FEDE: secondo Galileo la natura, oggetto della scienza, e la Bibbia, oggetto della religione, vengono entrambe da Dio. Come tali non possono contraddirsi tra di loro, eventuali contrasti sono soltanto apparenti e vanno risolti rivedendo l’interpretazione della Bibbia (quando nella Bibbia si dice che Dio disse a Giosuè di fermare il sole, non si affermava che il sole girasse intorno alla terra, ma si voleva solo esaltare l’onnipotenza divina e non la struttura architettonica dell’universo).