Nietzsche, riassunto breve di filosofia

Appunto inviato da kia313
/5

Morte di Dio, Il periodo di "Zarathustra" e L'ultimo Nietzsche. Breve riassunto di filosofia su Nietzsche (4 pagine formato doc)

NIETZSCHE, RIASSUNTO BREVE DI FILOSOFIA

Nietzsche.

La "morte di Dio". Realtà e menzogna. Dio è:
Simbolo di una prospettiva oltremondana → il senso dell’essere è posto in un mondo contrapposto a questo → fuga dalla vita + rivolta contro questo    mondo. Personificazione delle certezze ultime dell’umanità → di tutte le credenze metafisiche e religiose elaborate nei millenni x dare un «senso» e un ordine rassicurante della vita → l’immagine di un cosmo ordinato e benefico è soltanto una costruzione della nostra mente x sopportare la durezza dell’esistenza.
Un tempo si cercava di dimostrare che Dio non esiste → oggi si mostra come ha potuto avere origine la fede nell’esistenza di un Dio:
una controdimostrazione della non esistenza di Dio risulta superflua.
Mondo = caos, contraddittorio, disarmonico, crudele e non provvidenziale → da ciò la necessità della menzogna per sopravvivere. Nietzsche, più che dimostrare il carattere a-finalistico, a-razionale e a-teo dell’universo, vuole:
1.    annunciare l’evento in corso della morte di Dio
2.    riflettere sulle conseguenze prodotte da questo fatto decisivo della storia umana.

Ripasso di filosofia per la maturità su Nietzsche


NIETZSCHE RIASSUNTO FILOSOFIA

Il grande annunzio.

Opera → La gaia scienza → racconto dell’uomo felice → “Che altro sono ancora queste chiese, se non le fosse e i sepolcri di Dio?”
Simbolismo:
•    uomo folle → il filosofo-profeta
•    risa ironiche degli uomini del mercato → l’ateismo ottimistico e superficiale dei filosofi dell’800
•    difficoltà di bere il mare, di strusciare l’orizzonte e di sciogliere la terra dal sole → carattere arduo e sovraumano dell’uccisione di Dio
•    precipitare nello spazio vuoto, mancanza di alto e basso, freddo e notte → senso di «vertigine» e «smarrimento» che seguono allo svanire     di certezze e di punti di riferimento assoluti
•    necessità di divenire «dèi» noi stessi x apparire degni della «grandezza» dell’azione più grande → x reggere la morte di Dio, l’uomo devi     farsi superuomo
•    giungere «troppo presto» → la morte di Dio non si è ancora concretizzata in un fatto di massa (ma accadrà in un prossimo futuro)
•    chiese come sepolcri di Dio → crisi moderna delle religioni
Ancora oggi c’è la volontà di «credere» ad ogni costo, anche se si è confutati continuamente dalla realtà.

La filosofia di Nietzsche in sintesi


IL SUPERUOMO DI NIETZSCHE RIASSUNTO

Morte di Dio e avvento del superuomo.
Morte di Dio → trauma → solo in relazione ad un uomo-non-ancora-superuomo → ma solo in virtù di essa può diventare tale.
La morte di Dio coincide con l’atto di nascita del superuomo.
Il superuomo (o il suo predecessore → lo spirito libero) ha:
dietro di sé (condizione necessaria del suo essere) → la morte di Dio e la vertigine da esso provocata
davanti a sé (conquista) → il «mare aperto» delle possibilità → la libera progettazione della propria esistenza al di là di ogni struttura metafisica
La gaia scienza: “…finalmente l’orizzonte torna ad apparirci libero, anche ammettendo che non è sereno, (…) ogni rischio dell’uomo della conoscenza è di nuovo permesso”.
Alcuni studiosi → discorso nietzscheano intorno alla morte di Dio → risultato di una constatazione di tipo storico, ma in realtà → non è riducibile a semplice enunciato di «critica della cultura» → è  invece persuasione filosofica + consapevolezza epocale “Dio è una risposta grossolana, un’indelicatezza verso noi pensatori → è un grossolano divieto che ci viene fatto: “Non dovete pensare!”.

La filosofia di Nietzsche, riassunto breve