Riassunto - Aristotele

Appunto inviato da superbicio
/5

riassunto di filosofia che descrive il pensiero, la vita, gli scritti, la metafisica, la logica, la dialettica e l'etica di Aristotele (9 pagine formato doc)

RIASSUNTO ARISTOTELE

All’arrivo di Aristotele le condizioni politiche greche sono cambiate notevolmente rispetto ai tempi di Platone.

La crisi della polis appare irreversibile e falliscono tutti i tentativi di arginarla di fronte alla potenza macedona. Mutano cosi anche le condizioni di libertà del cittadino: egli non è più coinvolto direttamente nella politica e così anche la filosofia comincia a dedicarsi ad altri argomenti, soprattutto conoscitivi ed etici.

La vita di Aristotele. Aristotele nacque a Stagira nel 384-383 a.C..
Entrò nella scuola di Platone a 17 anni e vi rimase fino alla morte del maestro. Il suo pensiero, profondamente influenzato dalla figura di Platone nei primi tempi, dopo la morte del maestro prese tutt’altra via, tanto che alcuni definirono tale evento come un atteggiamento di ingratitudine, poi in realtà infondata.
Lasciata l’Accademia si diresse a Asso. Qui fondo una piccola comunità platonica e sposò la figlia del tiranno di Atarneo trasferendosi poi a Mitilene. Nel 342 fu chiamato per assumere l’educazione di Alessandro. Ebbe così grande importanza nella formazione della persona di Alessandro Magno, a cui comunicò la convinzione della superiorità della cultura greca e della sua capacità di comandare il mondo intero. Quando Alessandro assunse un governo orientale, Aristotele si staccò da lui. Dopo 13 anni tornò ad Atene, dove, favorito da mezzi di studio eccezionali forniti dal re, fondò la sua scuola, il Liceo. Alla morte di Alessandro, un’insurrezione del partito nazionalistico ateniese mise in pericolo Aristotele che fuggi. Morì di una malattia di stomaco a 63 anni.

Riassunto su Aristotele


ARISTOTELE RIASSUNTO BREVE

Gli scritti: Aristotele scrisse due tipologie di scritti differenti: gli scritti acroamatici o esoterici, destinati all’insegnamento nel liceo, e gli scritti essoterici, destinati al pubblico esterno, semplificati da miti e vivacizzati nello stile. Per quanto riguarda la conoscenza di Aristotele e del suo pensiero, l’analisi partì esclusivamente dai dialoghi, che vennero poi via via sostituiti dagli scritti per la scuola. La differenza tra i due sta nel fatto che se nei primi, ossia negli scritti acroamatici, il pensiero di Aristotele perfettamente sistematico e compiuto, privo di oscillazioni o dubbi, nei dialoghi appare invece l’andamento reale del suo pensiero, che venne colto più volte da crisi e mutamenti.

Aristotele: schema riassuntivo


RIASSUNTO DI ARISTOTELE FILOSOFIA

Gli scritti essoterici: Nei dialoghi Aristotele non solo riprese la forma letteraria platonica, ma addirittura argomenti e talvolta pure titoli. Tra i più importanti ritroviamo il Dell’anima, corrispondente al Fedone, dove viene ripreso il tema dell’immortalità dell’anima prendendo spunto da un racconto: Eudemo fa un sogno profetico che gli preannuncia la sua guarigione, la morte di un tiranno e il suo ritorno in patria. Le prime due cose avvengono, ma poi Eudemo muore. Avviene così la terza profezia, il ritorno dell’anima alla propria patria, che è quella eterna. Qui anche Aristotele combatte la teoria dell’anima come armonia, e ammette la dottrina dell’anamnesi: l’anima scende ne corpo e dimentica la vita precedente poiché il corpo è una malattia. Ritornando al di là ricorda tutto di nuovo poiché è una liberazione.