Galileo Galilei e scoperte: riassunto

Appunto inviato da digiacomoluca95
/5

Riassunto su Galileo Galilei: la vita, la difesa dell'autonomia della scienza, esperienza e matematica, il meccanicismo della natura, il metodo sperimentale galileiano e l'adesione al sistema copernicano e le scoperte scientifiche (5 pagine formato doc)

GALILEO GALILEI E SCOPERTE: RIASSUNTO

Galileo Galilei.

Vita. Galileo Galilei nacque a Pisa nel 1564 da una famiglia di agiate condizioni economiche. Si iscrisse nel 1581 alla facoltà di Medicina che però abbandonò presto per dedicarsi agli studi di matematica e fisica.  
Morto il padre e dovendo aiutare economicamente la famiglia, nel 1592 accettò l’offerta della cattedra di matematica all’università Padova. Furono anni intensi di studio: in questo periodo egli scoprì il cannocchiale telescopico, i 4 satelliti di Giove e le macchie solari.

Nel 1610 tornò a Pisa e poi a Firenze. Qui, dove l’Inquisizione era potente, sperava di convincere circa le sue teorie le autorità ecclesiastiche, che non gli avevano negato ammirazioni e riconoscimenti, in modo da evitare che la Chiesa entrasse in conflitto con la scienza. Invece nel 1616 venne chiamato e Roma e processato al Sant’Uffizio per adesione alla teoria copernicana considerata assurda e fortemente eretica.

Galileo Galilei: vita e scoperte


GALILEO GALILEI: VITA

Il processo si concluse con un’ammonizione e Galilei fece ritorno a Firenze.
Nel 1632, però, in seguito alla pubblicazione del “Dialogo dei massimi sistemi” venne di nuovo processato, riconosciuto colpevole e condannato al carcere a vita, pena che fu commutata in isolamento presso una casa che possedeva presso Firenze (la Chiesa non ammetteva che un laico, per quanto prestigioso come Galilei, si intromettesse in una discussione riguardante l’esegesi delle Scritture, atteggiamento questo pericolosamente affine alla tesi luterana del “libero esame” della Bibbia da parte dei fedeli)
I rimanenti anni della sua vita furono pieni di amarezza, primo per la morte di sua figlia, poi per l’aggravarsi delle sua condizioni di salute e la perdita quasi completa della vista oltre che alla scarsità di contatti col mondo della cultura dovuta all’isolamento.
Egli comunque riprese il lavoro scientifico fin quasi alla morte, nel 1642.

Galileo Galilei: biografia e invenzioni


GALILEO GALILEI: METODO SPERIMENTALE

La difesa dell’autonomia della scienza. Il primo e forse più importante risultato decisivo dell’opera di Galileo è stata la netta separazione tra religione e scienza e l’affermazione dell’autonomia e dell’indipendenza di quest’ultima: infatti secondo ciò che aveva stabilito la controriforma, ogni forma di sapere doveva essere in armonia con la Bibbia e ciò per Galileo poteva avere come unico risultato quello di creare un ostacolo per lo sviluppo del sapere; dice Galileo che “la scienza ci insegna come è fatto il cielo la fede come andare al cielo”. La scienza non deve essere solo indipendente dalla chiesa ma anche dall’autorità culturale passata.