Thomas Hobbes: riassunto di filosofia

Appunto inviato da claudxca
/5

Breve riassunto di filosofia sul pensiero di Thomas Hobbes (2 pagine formato )

THOMAS HOBBES: RIASSUNTO DI FILOSOFIA

Hobbes.

I suoi meriti sono quelli di aver fornito un concetto di ragione che si andava a contrapporre a quello sostenuto da Cartesio.
Vita. Thomas Hobbes nacque a Westport nel 1588. Studiò ad Oxford, ma ciò che contribuì alla sua formazione furono i viaggi in giro per l’Europa (si recò infatti presso gli ambienti libertini francesi). Dopo aver composto il “Leviatano” e la trilogia “De cive, De corpore et De homine”, spese gli ultimi anni della sua vita nel segno della polemica contro il vescovo Bramhall riguardo la corporeità di Dio.
Lo scopo della filosofia hobbesiana è trovare le giuste fondamenta per una comunità pacifica ed ordinata e, per giungere a ciò, bisogna auspicare al potere assoluto dello Stato.
Il suo è dunque un pensiero prettamente razionale: non accetta rivelazioni soprannaturali e vuole che si prenda ispirazione esclusivamente dalla natura.

Thomas Hobbes: pensiero, vita e opere

THOMAS HOBBES: RIASSUNTO PENSIERO

Ragione e calcolo. Hobbes reputa che gli animali siano simili all’uomo, ma non identici: essi infatti sono in grado di appagare i propri bisogni, ma, a differenza degli umani, non sanno progettare a lunga scadenza i mezzi per raggiungere i propri fini, non possedendo il LINGUAGGIO. Il linguaggio rende possibile il ragionamento che è sempre calcolo (addizione e sottrazione di concetti), la cui forma è il sillogismo ipotetico. Il sillogismo ipotetico
se qualcosa è uomo, è anche animale. Se qualcosa è animale, è anche corpo. Se qualcosa è uomo, è anche corpo
serve prima di tutto per evidenziare la causa di qualche fatto (l’uomo è corpo perché è animale!). Il sapere è, per Hobbes, conoscere le cause dei fenomeni e si articola in:
-    dimostrazioni a priori che procedono dalle cause agli effetti, riguardano oggetti prodotti dall’uomo e pervengono a conclusioni necessarie;
-    dimostrazioni a posteriori che procedono dagli effetti alle cause, riguardano oggetti non prodotti dall’uomo e pervengono a conclusioni probabili.

Thomas Hobbes: riassunto sul pensiero filosofico e politico

THOMAS HOBBES: LEVIATANO

Il materialismo. La ragione e la scienza possono dare una spiegazione degli oggetti di cui si conosce la causa produttrice e, dunque, non di tutte le cose incorporee. Così Hobbes ritiene che i soli oggetti possibili della ragione siano quelli materiali. A suo parere, la parola “incorporeo” non ha significato per l’uomo e, per questo, dire che Dio è incorporeo è come dire che non esiste. A tal proposito Hobbes critica Cartesio e la sua frase “Io sono una cosa che pensa. Io sono una sostanza pensante”. Hobbes lo critica dicendo che non è necessario che la che la cosa che pensa sia pensiero : essa è il corpo stesso. L’anima umana è anch’essa materiale poiché i suoi atti sono movimenti prodotti dai corpi esterni.

Thomas Hobbes: riassunto del pensiero filosofico