Cusano, Ficino e Pico della Mirandola

Appunto inviato da sari25
/5

Vita e pensiero (2 pagine formato doc)

CUSANO
Il platonismo rinascimentale si esprime soprattutto nell’accedemia fiorentina ma gia prima cn nicolo cusano,considerato il maggiore rappresentanto di qst indirizzo filosofico.
Nasce nel 1401,studiò in Germania e a Padova,fu cardinale e vescovo di bressanone,mori nel 1464.
Durante 1viaggio in Grecia ebbe modo di conoscere mlt filosofi familiarizzando cn la filos.greca.
Opera princ:la dotta ignoranza.
>Cusano afferma che la conoscenza è possibile solo qnd ce proporzionalità tra ciò che gia si conosce e ciò chesi vuole conoscere.Quando qst proporzionalità non ce,non resta che proclamare la propria ignoranza,che sarà dotta,perchè consapevole e fondata su buoni motivi.
Questo è il caso della conoscenza di Dio:egli è infinito mentre noi siamo finiti(consapevolezza limiti).
Infatti non esiste proporzionalità,quindi l’uomo puo avvicinarsi a Dio ma mai raggiungerlo e conoscerlo del tutto.
>Da qst principio della dotta ign.
Cusano da un lato deriva una specie di visione mistica di Dio,che egli concepisce come unità e conciliazione di tutte le determinazioni opposte della realtà(unita e molteplicità,massimoe minimo…)e dall’altro una nuova concezione del mondo fisico,che va contro la teoria aristotelica secondo cui un parte del mondo,qll celesta, è perfetta e l’altra ,qll terrena,è imperfetta poiché tutte le parti del mondo hanno lo stesso valore e solo dio è xfetto.
.