Esistenzialismo: riassunto di filosofia

Appunto inviato da robj5
/5

L'Esistenzialismo come atmosfera, come filosofia; date e precursori. Riassunto di filosofia sull'Esistenzialismo (2 pagine formato doc)

ESISTENZIALISMO: RIASSUNTO DI FILOSOFIA

Dal 1920 al 1950.

L’esistenzialismo ha come precursore Kierkegaard, il quale critica la filosofia hegeliana. Lo sviluppo della tecnica è la caratteristica principale della società del 900. la tecnica apporta miglioramento nel benessere ma limita le scelte dell’uomo perché ricerca solo l’utile e il funzionale, mettendo in secondo piano i valori umani. La guerra interrompe l’evoluzione e il progresso e fa ripiombare l’uomo nella precarietà della vita.

I temi principali di questa corrente sono:
•    Tecnica limita le scelte dell’uomo
•    Precarietà della vita
•    Esistenza
•    Banalità esistenza
•    Angoscia, disperazione, possibilità, speranza, naufragio, scacco (parola chiave da Kierkegaard).

ESISTENZIALISMO: RIASSUNTO BREVE

Alcuni temi sono ripresi dal Romanticismo come:
•    L’uomo è un essere singolo ma anche storico
•    Assurdità della vita che paragona l’uomo alla figura di Sisifo (ripreso da Camus)
2. Caratteri generali dell’esistenzialismo
2.1. L’esistenzialismo come “atmosfera”
L’esistenzialismo può essere inteso come “clima” culturale poiché non comprende solo la filosofia, ma anche la letteratura, la psichiatria, la religione.
I temi dell’esistenzialismo come atmosfera sono: attenzione nei confronti della finitudine umana e dei dati che le caratterizzano, cioè la situazione limite e gli aspetti negativi della condizione umana.

Riassunto sull'Esistenzialismo

ESISTENZIALISMO: SIGNIFICATO

Sull’esistenzialismo hanno influito parallelamente la delusione storica (guerra) e la delusione culturale nei confronti degli ideali dell’800 infatti:
•    Il Romanticismo esaurì le sue risorse
•    La guerra fece crollare le illusioni di ottimismo
•    L’arte, con le influenze extraeuropee, vide dileguare la forma, lo spazio, le figure, il colore
•    La scienza non ebbe più la pretesa di spiegare tutto
•    La religione vide, con le guerre, il prevalere del male.
Per questi motivi l’esistenzialismo si è collegato con libri in cui è più vivo il senso della problematicità della vita umana, come quelli di Dostoevskij e Kafka. In Dostoevskij (Fratelli Karamazov) è presente il problema dell’uomo che continuamente sceglie le possibilità della sua vita, le realizza e le porta a termine con tutte le conseguenze che esse comportano. In Kafka l’esistenza appare sotto il peso di una minaccia che finisce solo con la morte (Processo); un altro tema è quello della banalità quotidiana che toglie all’uomo perfino le sue sembianze umane (Metamorfosi).