Husserl: schema riassuntivo

Appunto inviato da matitalatina
/5

Husserl: riassunto schematico sul filosofo e matematico austriaco, naturalizzato tedesco, fondatore della fenomenologia (2 pagine formato pdf)

HUSSERL: RIASSUNTO

Edmund Husserl
- Contesto storico:(1935‐37) La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale.

Scrive in un periodo storico segnato dalle guerre e dai totalitarismi.
- Vive la crisi della scienza all’inizio del ‘900.
- Crisi della scienza moderna:
- La crisi di cui parla non consiste nella perdita di capacità di conoscere con successo il mondo, quanto nell’aver perso i contatti con l’umanità, avendo fatto prevalere il punto di vista oggettivistico. Lo scienziato, prima di tutto, è un uomo fra gli uomini e il fine di tutte le attività è l’uomo stesso.
Cause: La scienza è in crisi poiché ha perduto i legami con la propria finalità originaria, ovvero il bene dell’uomo.
La scienza, troncando i rapporti con la filosofia, scopre le leggi dei fenomeni (come si manifesta?), ma occulta il senso e il non‐senso dei fenomeni stessi (perché si manifesta?). Egli stima la scienza moderna, ma ritiene indispensabile una sua radicale riforma filosofica.
L’idea di fenomenologia: Per prima cosa si dedica all’elaborazione di una nuova teoria della conoscenza, che superi la separazione tra soggetto e oggetto così da rendere possibile la fondazione delle scienze sui veri interessi dell’umanità. Tale teoria prevede che il processo di conoscenza si fondi sulla coscienza.

Fenomenologia di Husserl: definizione

HUSSERL: SCHEMA

La conoscenza, per essere valida, deve possedere le caratteristiche dell’universalità. Essa non può essere attinta attraverso le generalizzazioni di esperienze particolari della nostra coscienza (psicologismo), né attraverso l’uso di entità formali e astratte, ritenute esistenti di per sé (logicismo).
Nel processo di conoscenza, soggetto e oggetto sono connessi questo è il principio fondante della sua filosofia, detta fenomenologia. È possibile conoscere l’oggetto attraverso i modi (=fenomeni) con cui esso si manifesta alla coscienza. Husserl invita a «un ritorno alle cose stesse», intendendo la volontà di conoscere le cose come si presentano alla coscienza, andando al di là dei pregiudizi.

Psicologia della Gestalt: riassunto

HUSSERL: RIASSUNTO SEMPLICE

Come avviene il processo di conoscenza fenomenologica?
La conoscenza è regolata da leggi logiche a priori, di carattere trascendentale (Kant).
La coscienza dell’uomo è l’insieme delle nostre esperienze vissute.
Il processo di coscienza si sviluppa tra due poli: il soggetto che conosce e l’oggetto da conoscere (essi sono distinguibili ma non separabili).
La nostra coscienza si rivolge ad un oggetto e lo fa sempre con una determinata intenzione.

Husserl: fenomenologia

L’intenzionalità è la forma trascendentale a priori della coscienza a causa della quale la coscienza si rivolge ad un oggetto sempre con una determinata intenzione. È il modo con cui la nostra coscienza organizza i dati esperienziali e si rapporta ad essi.
L’intenzionalità costituisce una sorta di ponte tra individuo e il mondo, in quanto ci consente di andare oltre noi stessi (trascendere) e scoprire cosa ci lega al mondo e alla vita.
Gli elementi strutturali dell’intenzionalità sono:
• Noesi: è la propensione verso un oggetto (percepire, ricordare, immaginare ecc).
• Noema: è l’oggetto dell’attività noetica (percepito, ricordato, immaginato).

Fenomenologia di Husserl: spiegazione semplice