Neoplatonismo, Cristianesimo, Patristica e Scolastica: riassunto

Appunto inviato da scajax
/5

Neoplatonismo e Plotino, Cristianesimo, Patristica e Sant'Agostino, Scolastica, Anselmo d'Aosta e Pietro Abelardo (6 pagine formato )

NEOPLATONISMO

Neoplatonismo
Plotino (età tardo-antica – crisi dell’impero romano e fioritura spirituale) – metafisica religiosa.
• 204-270 d.C.
• Contrasta implicitamente i seguaci di Cristo e lo gnosticismo
• Filosofia ricca di verità che cerca la salvezza (si ispira a Platone, anche allo stoicismo tardo)
• C’è tanta contemplazione rispetto a Platone e la filosofia è distinta dalla religione, perché dipende da un impegno dell’uomo e non da una rivelazione soprannaturale
• Fine del filosofare: assicurare la salvezza, non la serenità
• IPOSTASI: sostanza, natura stessa delle cose, ovvero le tre sostanze spirituali del mondo intellegibile, cioè l’Uno=luce=Dio, l’intelletto=sole e l’anima=luna
• L’essere deriva da Dio: c’è un’emanazione di Dio, cioè crea l’essere, ma Dio non si modifica per questo.

L’Uno non può avere attributi; sotto l’uno c’è il pensiero e poi l’anima.

• La molteplicità è il principio causale, identificato con il Demiurgo di Platone
• L’anima è divisa in due: parte riferita alla mente e parte riferita al corpo
• Mondo buono, il migliore: tutto ciò che esiste è l’emanazione dell’Uno
• L’anima 1) deve liberarsi dal corpo 2) si innalza a livello della mente (filosofia) 3) unione mistica con l’Uno (estasi)
• 1) Monismo: c’è un unico principio della realtà;
• 2) La realtà è su gradi;
• 3) Spiritualismo e appello all’interiorità=coscienza, derivato dal tardo stocismo;
• 4) Alta stima per l’arte, soprattutto la musica, come forma di liberazione dell’anima;
• 5) Carattere del filosofare più contemplativo che utilitaristico.
• Ha influenzato Giovanni Scoto, Marsilio Ficino (rinascimento), Spinoza, Bergson (romanticismo), Jaspers.
• Platone: rendersi simile al divino; Plotino: unione al divino

Patristica e scolastica: caratteri generali

CRISTIANESIMO

Cristianesimo
• Non è una filosofia, ma una fede rivelata e un messaggio di salvezza
• Bibbia = libro rivelato da Dio stesso
• Antico testamento: storia del popolo eletto prima di Cristo; Nuovo testamento: 4 vangeli, atti degli apostoli, lettere e Apocalisse
• Novità del Cristianesimo:
1) Dio è unico
2) Dio è un essere personale, che crea l’uomo a sua immagine e somiglianza “Se partiamo dalla filosofia orientale e facciamo dei paragoni, possiamo vedere come si dice che esiste un macrocosmo ed un microcosmo... un grande ordine ed un piccolo ordine... Il macrocosmo è l'universo, è il Tutto, il microcosmo è l'uomo. Pertanto l'uomo è immagine di tutto l'universo. Tutta questa immensità si ritrova in piccola scala nell'uomo. Così si dice che l'uomo è il riflesso della Natura Divina. L'Assoluto si ritrova riflesso in tutta la creazione, l'universo intero, le galassie, i sistemi planetari, i pianeti, la natura, l'uomo...
3) Solo il messia, mandato da Dio, riscatterà l’uomo dalla condizione precaria dovuta al peccato originale
4) La promessa antica è l’arrivo di Gesù: arriva la lieta novella (evangelo=lieta novella) – Cristianesimo: religione universale; Ebraismo: religione nazionale.
• 1) Dio si è fatto uomo, condividendo tutto tranne il peccato;
• 2) Nuovo comandamento: “Amatevi come io ho amato voi” – fratellanza molto estesa;
• 3) Carità: non bisogna solo non fare il male, solo fare il bene, ma conta l’intenzione dell’azione;
• 4) Ci sono i consigli evangelici, oltre ai comandamenti;
• 5) In quanto creato a immagine e…, l’uomo è chiamato a collaborare con Dio. L’uomo è unità di anima e corpo: il corpo è importante, non è la prigione dell’anima – c’è però la distinzione fra spirito e carne;
• 6) La Risurrezione di Cristo e in generale del corpo vincono il male e la morte: l’anima e il corpo sono immortali;
• 7) La Chiesa: “assemblea” = società dei credenti (importante la comunità)

Patristica e scolastica: Agostino e Tommaso

PATRISTICA

Patristica. Fede e ragione:
• E’ necessario fare uso della ragione, perciò è nata la Patristica, movimento di pensiero dei padri della Chiesa.

Aurelio Agostino (Sant’Agostino) – di Tagaste (Africa – Algeria)
• È stato influenzato dal medio platonismo
• Vuole conoscere l’anima e Dio: i due poli
• 1) La filosofia è concepita come ricerca radicata nella religione;
• 2) E’ il filosofo dell’interiorità. L’anima ha 3 facoltà: memoria, intelligenza e volontà, che rappresentano la trinità divina;
• 3) Influenza dei due poli nel rapporto fede-ragione La fede è vedere le cose alla luce di Dio: c’è bisogno dell’intelligenza. Scienza: sapere esteriore; Sapienza: sapere che mira al principio divino;
• 4) Nella conoscenza E’ più importante il soggetto dell’oggetto; non c’è la reminescenza, ma c’è l’illuminazione;
• 5) Nella vita morale L’uomo non è libero di scegliere di fare il bene o il male: è inclinato al male. La volontà è libera quando c’è la grazia, dono non umano ma soprannaturale della salvezza. Il male è una scelta umana della volontà, non esiste di per sé.