Riassunto dettagliato su Heidegger e l'esistenzialismo

Appunto inviato da cmolteni
/5

riassunto approfondito su Heidegger e lo studio sull'essere e sull'esistenza dell'uomo (3 pagine formato doc)

Riassunto dettagliato su Heidegger e l'esistenzialismo - MARTIN HEIDEGGER (1889-1976).

Heidegger studia presso l’Università di Friburgo, dove poi insegnerà per diversi anni. Negli anni ’30 si iscrive al partito nazionalsocialista di Hitler, ed è ritenuto il responsabile della presentazione di Nietzsche come nazista.
Heidegger non si è mai considerato un filosofo esistenzialista, ma piuttosto come lui stesso afferma in una lettera destinata all’amico e filosofo Sarte, un “filosofo dell’essere” (come Parmenide). Tuttavia, durante la ricerca dell’essere “inciampa” nell’esistenzialismo.
Partendo dalla filosofia dell'essere, Heidegger approda alla filosofia dell'esistenza.

Leggi anche Il pensiero esistenzialista di Sartre

Essere ed esistenza - L’opera centrale della filosofia di Heidegger è “Sein und Zeit”, “Essere e tempo” il cui scopo è individuare il senso dell’essere.
Nella domanda “cos’è l’essere?” si nota che:
1.    Ciò che si domanda è l’essere stesso;
2.    Ciò che si trova è il senso dell’essere;
3.    Ciò che si interroga non può che essere l’uomo, unico ente in grado di capire l'essere. Solo chiedendo all'uomo qual è il suo essere si può capirne l'essere perché ogni uomo è diverso da tutti gli altri ed è lui stesso che progetta il suo essere e che crea la propria vita.

Leggi anche L'esistenzialismo in filosofia

Heidegger fonda l’ANALITICA ESISTENZIALE perché la vita dell’uomo è un’ESISTENZA (ex-esistere) quindi la presenza dell'uomo sulla terra è ESSERCI, “dasein”, intesa non come una semplice presenza ma una progettazione nel futuro della vita stessa basata sulla consapevolezza e sulla comprensione. L'uomo dà un senso alla propria vita e al suo destino su questa terra.