Il sistema hegeliano

Appunto inviato da kelaforeverful
/5

Riassunto del sistema di Hegel (10 pagine formato pdf)

La Fenomenologia dello Spirito ha descritto il progressivo affermarsi e “conoscersi” dello Spirito, attraverso una serie di figure o tappe ideali.
Una volta ricostruito il cammino che lo Spirito ha percorso per giungere al proprio compimento, compito della filosofia sarà adesso
esporre sistematicamente il sapere che lo Spirito ha di se stesso – e cioè della totalità del reale.
Questa totalità si articola in tre momenti: idea – natura – spirito.
La Logica è “scienza dell’idea pura” = espone la struttura concettuale ovvero l’impalcatura logico-razionale del mondo .
Questa struttura concettuale non è una facoltà soggettiva contrapposta alla realtà, bensì l’espressione della realtà colta nella sua essenza.
Idealismo di Hegel: identità di pensiero ed essere, soggetto e oggetto; i concetti di cui tratta la Logica sono nello stesso tempo determinazioni del pensiero e determinazioni della realtà.


I concetti della Logica sono infatti enucleati da concrete esperienze storico –
fenomenologiche: nella Logica sono esposti secondo i loro nessi interni, ma sono già apparsi nell’esperienza storica dell’umanità, incarnati nelle diverse figure della coscienza.
La logica presuppone il lungo cammino della cultura umana; perciò i concetti hegeliani non sono assimilabili né alle categorie aristoteliche (che erano predicati eterni dell’essere), né a quelle kantiane (che erano forme vuote del soggetto).
La Logica viene esposta da Hegel nell’opera Scienza della logica (1812 – 1816) e nella prima parte della Enciclopedia delle Scienze filosofiche (1817). Questa seconda opera contiene l’esposizione dell’intero sistema del sapere (che include, oltre alla logica, la filosofia della natura e la filosofia dello spirito).


La logica si divide in logica dell’essere logica dell’essenza logica del concetto
Hegel procede mostrando come, partendo dai concetti più poveri e più astratti (essere, nulla, divenire) e sotto la spinta di una dialettica che svela la parzialità di tali concetti e il loro inevitabile trapassare in altri più determinati (concreti)
si giunga fino a quel concetto di tutti i concetti (= totalità delle determinazioni concettuali della Realtà) che Hegel chiama Idea.
Logica dell’essere Si divide in
Logica della qualità (la modalità più immediata di coglimento delle cose)
Logica della quantità (supera la determinazione qualitativa mediante la numerazione) Logica della misura (sintesi della quantità e della qualità)
La logica della qualità si articola a sua volta in essere indeterminato, essere determinato, essere per sé.


.