Lo Spirito Oggettivo di Hegel

Appunto inviato da nemesifra
/5

Dettagliatissimo riassunto riguardante un difficile scoglio da superare per gli studenti di filosofia: Lo Spirito Oggettivo di Hegel. (0 pagine formato docx)

Se lo spirito soggettivo è lo spirito libero e individuale, la sua antitesi non può essere che lo spirito collettivo, vale a dire quello spirito che si manifesta in istituzioni sociali concrete, ovvero quell’insieme di determinazioni sovra-individuali che Hegel raccoglie sotto il concetto di diritto in senso lato.
I momenti dello spirito soggettivo sono tre: il diritto astratto, la moralità e l’eticità. 

HEGEL E LA CRITICA DIALETTICA>>


IL DIRITTO ASTRATTO Il volere giuridico si manifesta innanzitutto come volere del singolo individuo, inteso come persona fornita di capacità giuridiche. Il diritto astratto (coincidente con il diritto privato e in parte con quello penale) riguarda l’esistenza esterna della libertà delle persone, concepite come puri soggetti astratti del diritto.
La persona trova il suo primo componimento in una “cosa esterna”, la quale diventa sua proprietà solo in virtù del riconoscimento reciproco fra le persone, ossia tramite l’istituto giuridico del contratto.

FENOMENOLOGIA DELLO SPIRITO DI HEGEL>>

 L’esistenza del diritto stesso tuttavia rende possibile la comparsa del suo contrario: il torto (che nel suo aspetto più grave diventa delitto). Ma la colpa richiede una sanzione (pena) che si configura dialetticamente come un ripristino del diritto violato