Campo Elettrico

Appunto inviato da frabonbom
/5

Breve riassunto sul campo elettrico con formule e spiegazioni delle relazioni che intercorrono tra le grandezze che agiscono in un campo elettrico (2 pagine formato doc)

CARICA E CAMPO ELETTRICO
La carica elettrica è una proprietà delle particelle microscopiche che ha effetti anche a livello macroscopico.
Esistono due tipi di carica elettrica:
Carica negativa: è quella degli elettroni e dei corpi macroscopici che hanno un eccesso di elettroni rispetto al numero complessivo dei protoni presenti nei loro atomi.
Carica positiva: è quella dei protoni e dei corpi macroscopici che hanno un difetto di elettroni.


L’unità di misura della carica elettrica è il coulomb (C). La quantità elementare di carica, uguale alla carica di un protone opposta alla carica di un elettrone è: 
e = 1,602*10-19 C
Il principio di conservazione della carica elettrica afferma che la carica totale di un sistema chiuso, somma algebrica delle cariche positive e negative delle particelle costituenti, è costante nel tempo.



Due cariche dello stesso segno si respingono, mentre due cariche di segno opposto si attraggono.
L’intensità F della forza fra due cariche puntiformi q1 e q2 situate nel vuoto o nell’aria a una distanza reciproca r, è espressa dalla Legge di Coulomb che, posto k = 8,988*109 (N*m2)/C2, assume la forma:
F = k*(q1q2/r2)
Utilizzando la costante ε0 = 1/4πk = 8,854*10-12 C/Nm2 (chiamata costante dielettrica del vuoto), la legge diventa:
F = q1q2/(4πε0r2)