Conduzione termica

Appunto inviato da cat2204
/5

La termodinamica e i suoi principi; il coefficiente di conducibilità termica; Irraggiamento; Legge di Stephan- Boltzmann; Calore di vaporizzazione (5 pagine formato doc)

CAPITOLO 4 CAPITOLO 4 Conduzione termica = trasferimento di energia, dovuto a differenze di temperature, tra parti contigue di un corpo.
Il calore si propaga rapidamente attraverso alcuni materiali, detti buoni conduttori termici, e lentamente attraverso altri, detti cattivi conduttori; non si propaga per niente, oppure lo fa in tempi molto lunghi, attraverso materiali detti isolanti termici. Legge di Fourier: S(T? -T?)?T Q = K K è il coefficiente di conducibilità termica, caratteristica x del materiale costituente il conduttore.Si misura in kcal/ mKh oppure in W/mK. Irraggiamento = meccanismo di propagazione del calore che non ha bisogno di materia.Esso consiste nella propagazione di energia raggiante associata a onde elettromagnetiche.
Ogni corpo emette energia raggiante, di intensità più elevata quanto più alta è la temperatura.Le radiazioni meno energetiche sono quelle termiche (raggi infrarossi).Esse, quando incidono su un corpo, possono essere riflesse, rifratte, assorbite.La radiazione si propaga molto rapidamente, infatti, Maxwell ha dimostrato che le radiazioni termiche, luminose, ultraviolette, ecc si propagano nel vuoto con velocità 3× 10?m /s = 300000 km/s Il flusso di energia raggiante può venire concentrato; la quantità di energia raggiante emessa dipende dall'area della superficie emittente. Legge di Stephan- Boltzmann = la radianza delle superfici esterne di un corpo è direttamente proporzionale alla quarta potenza della sua temperatura assoluta. R = e?T? radianza R = quantità di energia irradiata dall'unità di superficie esterna del corpo nell'unità di tempo e si misura in W/m². costante e = remissività.Essa dipende dalla natura del corpo emittente e dalla sua temperatura. ? = costante di Stephan-Boltzmann.Costante universale che vale 5,67×10??W/m²K?. CAPITOLO 5 sublimazione fusione vaporizzazione solidificazione condensazione brinamento Ogni sostanza fonde a una determinata temperatura, che è quella stessa alla quale solidifica.La temperatura di fusione e di solidificazione è una caratteristica della sostanza che si considera e non dipende dalla massa.Durante la fusione, o la solidificazione, la temperatura si mantiene costante fini al termine del cambiamento di stato. Rigelo = fenomeno in cui forti pressioni facilitano la fusione dell'acqua, facendola passare allo stato liquido anche a temperature inferiori a 0°C. Soprafusione = fenomeno in cui la temperatura di un liquido viene abbassata sotto il suo punto di solidificazione e non avviene il passaggio allo stato solido. Abbassamento crioscopico = accade quando una soluzione solidifica a temperatura inferiore al punto di solidificazione del solvente puro.Esso è la differenza tra le due temperature. I solidi amorfi non sono cristallizzati, cioè le particelle non sono disposte secondo un determinato ordine. Essi, detti anche vetri, sono fluidi ad alta viscosità. Fusione pastosa = è provocata dall'assorbimento di sufficienti quantità di energia sotto forma di calore.Il processo c