Dinamica dell’atmosfera

Appunto inviato da cdgcdg
/5

Le forze che regolano i movimenti dell’aria e l’equazione fondamentale del vento, Caratteri distintivi del vento, Vento di gradiente, Zona ciclonica. (19 pagine formato doc)

io Dinamica dell'atmosfera La distribuzione del calore nell'atmosfera è tale da creare differenti condizioni di densità e quindi di pressione all'interno dell'atmosfera stessa.
Tali differenze di pressione, insieme alla rotazione della Terra determinano spostamenti di masse d'aria, dalle zone a pressione maggiore verso quelle a pressione minore, che prendono il nome di vento. Per vento si intende un qualsiasi movimento dell'aria rispetto alla superficie terrestre considerata ferma. Le masse d'aria sono in continuo movimento orizzontale o verticale, tuttavia, per vento noi intenderemo di seguito solo gli spostamenti orizzontali. I moti verticali sono generalmente di bassa intensità, salvo casi particolari (temporale, trombe d'aria, uragani ecc.), e quindi la loro trattazione molto spesso viene trascurata anche se i loro effetti sono fondamentali nei processi termodinamici dell'atmosfera Caratteri distintivi del vento -Direzione di provenienza: è valutata in base al Nord geografico ed è espressa in gradi sessagesimali.
-Intensità: è la velocità con la quale si sposta l'aria o la pressione che il vento esercita su una superficie normale alla direzione del vento. L'intensità del vento può essere valutata in modo empirico attraverso la scala BEAUFORT, oppure attraverso una misura strumentale. A seconda dei valori assunti dal vento possiamo avere: -vento teso: il movimento dell'aria è tale che direzione e velocità del vento restano costanti. Questo si verifica solo per velocità molto basse (inferiori a 4 m/sec.). -vento a raffiche: la direzione è costante mentre la velocità subiscevariazioni di almeno 10 nodi rispetto al valore medio. -vento turbolento: la direzione e l'intensità del vento subiscono contInue variazioni rispetto ad un valore medio. Da un punto di vista puramente descrittivo i venti possono essereclassificati in: -venti costanti: venti che spirano sempre in una stessa direzione e la cuiintensità non subisce variazioni significative (Alisei). -venti periodici: sono venti che in determinati periodi spirano sempre in una determinata direzione e verso (Monsoni, brezze). -venti caratteristici: sono venti tipici di alcune zone della terra. Ad esempio il bacino del Mediterraneo è caratterizzato da venti caratteristici quali la bora, il maestrale, o scirocco ecc. Le forze che regolano i movimenti dell'aria e l'equazione fondamentale del vento La relazione esistente tra forza applicata ad un corpo ed accelerazion costituisce la legge fondamentale della dinamica che può essere così enunciata Applicando una forza ad un corpo libero, esso acquista una accelerazione che ha direzione e verso uguali a quelli della forza ed intensità direttamente proporzionale alla intensità della forza applicata. In formula si ha: F = m a Se consideriamo una particella d'aria di massa unitaria, in movimento orizzontale rispetto ad un sistema di riferimento inerziale, possiamo calcolare la sua velocità di spostamento applicando la legge fondamentale della dinamica e ci