L'effetto di più forze su un corpo rigido e le leve

Appunto inviato da kekkodiskekkodis
/5

appunti su cosa sono le leve e quali effetti producono (5 pagine formato doc)

L'effetto di più forze su un corpo rigido e le leve - L’EFFETTO DI PIÙ FORZE SU UN CORPO RIGIDO.

Per applicare la condizione di equilibrio F totale = 0 occorre sapere come si sommano due o più forze. Se esse sono applicate su un punto materiale, la forza risultante è uguale alla loro somma vettoriale.
Questo è vero anche se le forze sono applicate a un corpo rigido. Tuttavia il problema è più complesso, perchè le forze possono essere applicate in punti diversi del corpo e il punto di applicazione è importante nel determinare l’effetto delle forze.
Per semplificare il problema, partiamo da una osservazione: una forza che agisce su un corpo rigido può sempre essere spostata lungo la sua retta d’azione in un altro punto dello stesso corpo, senza che l’effetto della forza cambi.

Leggi anche Le macchine semplici e le leve

L’effetto di una forza su una canoa non cambia se la forza è spostata lungo la sua retta d’azione ed è applicata a prua, al centro o a poppa.
La ragione è che, spostando la forza lungo la sua retta di azione, il momento della forza rispetto a un punto qualsiasi resta lo stesso.
Esaminiamo alcuni casi semplici in cui due sole forze sono applicate a un corpo rigido.

Forze che agiscono sulla stessa retta - Due forze sono applicate a un corpo rigido (per esempio una mazza da baseball) in modo da avere la stessa retta di azione. Possiamo spostare una delle due forze lungo la sua retta di azione, fino a quando le due forze sono applicate nello stesso punto P.
La forza risultante Ftot è la somma vettoriale delle due forze e può essere spostata sulla sua retta di azione senza cambiare i suoi effetti.

Leggi anche I momenti e le leve

Forze concorrenti - I due bambini esercitano forze concorrenti: le rette di azione delle due forze si intersecano in P.
Spostiamo le due forze, lungo le loro rette d’azione, fino al punto di intersezione P.
La risultante Ftot è la somma vettoriale delle due forze con la regola del parallelogramma.

Leggi anche Le leve di terzo tipo

Forze parallele - Due forze parallele applicate in punti diversi di un corpo rigido sono:
concordi quando hanno lo stesso verso;
discordi quando hanno versi opposti.
Due persone che spingono un’automobile in panne nella stessa direzione esercitano due forze parallele e concordi.
Durante un terremoto, la crosta terrestre scorre sui due lati di una faglia per azione di forze parallele e discordi.
La somma delle forze F1 e F2, è applicata in un punto P individuato dalla proporzione.

.