Africa: Approfondimenti

Appunto inviato da ary110587
/5

Approfondimenti e dettagli su: morfologia, climi, idrografia, popolamento, lingue e religioni sull'Africa (3 pagine formato doc)

AFRICA AFRICA MORFOLOGIA L'Africa si sviluppa fra l'Oceano Atlantico e il Mar Rosso con una massa compatta e una forma triangolare.
Il suo territorio è quasi interamente compreso nella fascia intertropicale. L'Africa è costituita da uno scudo che si presenta come un tavolato con i bordi rialzati e orlati da un cordone di pianure costiere. Gli unici rilievi recenti sono le catene dell'Atlante. Nel territorio africano si possono distinguere 3 aree morfologiche: L'Africa settentrionale e centro-occidentale è costituita da tavolati interrotti da pochi massicci montuosi e da ampi bacini attraversati dai principali fiumi della regione. In posizione esterna ci sono i monti dell'Atlante.
L'Africa orientale è caratterizzata dalla presenza di una profondissima fossa tettonica che sta spaccando la zolla africana e allontanando il Corno d'Africa dal continente; questa zona è detta Rift Valley per la sua forma allungata e stretta; la zona ha inizio dal lago Malawi e si divide in 2 rami: uno verso nord- ovest che finisce nella depressione del Mar Morto e l'altro è diretto verso il golfo di Aden. Lungo la Rift Vally grandi blocchi si sono sollevati ad altitudini elevate (Ruwenzori), altri sono sprofondati e hanno formato profonde fosse occupate da laghi di forma allungata e il magma fuoriuscito ha formato un allineamento di vulcani (Kenya e Kilimangiaro). L'Africa meridionale è costituita da altopiani elevati che culminano nella catena dei monti dei Draghi. ISOLE E COSTE L'Africa comprende una serie di isole e arcipelaghi: nell'Oceano Atlantico; Madeira, Canarie, Capo Verde; nell'Oceano indiano; Riunione, Comore, Zanzibar, Seicelle. Le coste sono lineari e povere di approdi naturali; in molti punti il deserto si estende fino al mare con coste basse e sabbiose per la maggior parte però i rilievi arrivano a ridosso della costa. Nel Golfo di Guinea e nel Canale di Monzambico la costa è bassa e paludosa orlata da cordoni sabbiosi che rendono difficile l'approdo. CLIMI E AMBIENTI In Africa prevalgono i climi caldi, umidi e secchi. I fattori che intervengono nel caratterizzare i climi africani sono: la latitudine, il rilievo che modifica il clima come se ci spostassimo verso i poli, la disposizione dei rilievi che costituiscono una barriera al passaggio dei venti e le correnti calde che investono le coste dell'Oceano indiano e quella fredda che proviene dal Bengala che interessa la costa atlantica. Le principali fasce climatiche sono: Clima equatoriale nell'africa centrale tra il Camerun e la Repubblica del Congo ed è occupata dalla foresta pluviale. La foresta è molto regredita a causa dei disboscamenti, degli incendi, dell'estendersi delle piantagioni e della costruzione delle strade. Clima tropicale secco nella zona dei tropici, gli ambienti che troviamo sono il predeserto e i deserti (Sahara, Dancalia, Namib e Kalahari). Clima temperato mediterraneo nell'estremità settentrionale del continente (Marocco, Algeria e Tunisia) e nell'estremità meridionale (in Sudafri