Street food

Appunto inviato da melissalecis96
/5

breve appunto sullo street food con definizione, storia e zone del pianeta dove cui viene più praticato (1 pagine formato doc)

Street food - Il cibo da strada, è costituito da quegli alimenti, incluse le bevande, già pronti per il consumo, che sono venduti (e spesso anche preparati) soprattutto in strada o in altri luoghi pubblici.

Lo street food nasce al tempo dell’Impero romano, grazie a dei locali che davano sulla strada, le tabernae. Inoltre già esistevano i venditori ambulanti, detti lixae, i quali esibivano le loro cibarie su bancarelle smontabili in tavole.

Leggi anche Relazione multidisciplinare sul cibo

Come già avveniva nell’antica Roma, sia nel Medioevo che nell’Età Moderna le classi popolari urbane vivevano gran parte della giornata per strada, dove consumavano i loro pasti. Il fenomeno del cibarsi per strada aumentò in maniera proporzionale all’ aumento della popolazione.
Oggi lo street food torna a fare tendenza grazie a catene di ristoranti “veloci” dove si può mangiare in meno di venti minuti.

Leggi anche Tesina maturità sull'alimentazione

Il consumo di cibo per strada è un modo di mangiare più velocemente ed è soprattutto meno costoso in confronto ad un ristorante, per questo 2,5 miliardi di persone al giorno si alimenta in questa maniera. Alcuni cibi da strada rientrano nella categoria del finger food e del fast food. Altri sono considerati privi di valore alimentare e culturale e rientrano nella categoria del cibo spazzatura o junk food. Il cibo di strada può essere distribuito o venduto tramite i distributori automatici che si situano solitamente in zone trafficate (scuole, stazioni, ospedali). Prevale la tipologia spuntino o snack.