Moti della terra: conseguenze

Appunto inviato da nausica6
/5

Moti della terra: conseguenze, altezza del sole, equinozi e solstizi, struttura del sole, luna, fasi lunari, eclissi e caratteristiche della materia (3 pagine formato doc)

MOTI DELLA TERRA: CONSEGUENZE

La conseguenza dei moti della terra.


La vita sulla terra dipende interamente dalla energia solare
Il sole ha un diametro 100 volte maggiore di quello della terra.
La distanza terra-sole equivale ha circa 100 dm solari e  10.000 dm terresti.
I raggi del sole che giungono sulla terra sono simili a segmenti paralleli.
Viene  chiamato ANGOLO D’INCIDENZA l’angolo che si forma tra la direzione dei raggi solari e la superficie.Il riscaldamento è massimo quando l’angolo d’incidenza vale 90* e decresce sino a 0*.
L’altezza del sole. Utilizziamo l’altezza del sole per una valutazione approssimativa del trascorrere del tempo.
L’altezza del sole,come di qualsiasi corpo celeste,si misura mediante  un angolo riferito al PIANO DELL’ORIZZONTE (è il piano tangente alla superficie terrestre ne punto in  cui si trova l’osservatore ).
Questo punto si chiama PUNTO DI STAZIONAMENTO.
L’altezza del sole varia da un valore minimo di 0*,quando il sole si trova sul piano dell’orizzonte e.a un valore massimo di 90 *,quando il sole è sulla verticale dell’osservatore.
Qualsiasi corpo che si trova verticale al punto di stazionamento si trova allo ZENIT dell’osservatore.

I moti della terra: riassunto


CONSEGUENZE DEL MOTO DI ROTAZIONE DELLA TERRA

Conseguenze del moto di rotazione.

Il sole illumina metà della superficie terrestre. Il confine tra la superficie buia e quella illuminata è segnato da una circonferenze che prende il nome di CIRCOLO DI ILLUMINAZIONE.
Tutta la superficie terrestre grazie al moto di rotazione passa dalla superficie buia a quella illuminata,questo passaggio non è  brusco. Perchè esiste una zona a fascio di penombra tra il dì  e la notte che è visibile attraverso i fenomeni di ALBA E CREPUSCOLO,cioè sono momenti del giorno in cui il sole non è presente in cielo ma ugualmente vi è un chiarore diffuso.
Nel corso del giorno l’altezza del sole aumenta gradualmente sino ad arrivare  al culmine e poi decrescere.

Moto di precessione della terra: descrizione


IL MOTO DI RIVOLUZIONE DELLA TERRA

Conseguenza del moto di rivoluzione. La terra cambia posizione rispetto al sole ogni giorno e questo fenomeno determina l’alternarsi delle stagioni che si dividono in 4 fasi climatiche.
In inverno i raggi del sole cadono più inclinati rispetto alla perpendicolare (Il giorno dura meno della notte)
In estate i raggi del sole sono meno inclinati rispetto alla perpendicolare(Il giorno dura più della notte )
L’angolo tra l’asse terrestre e quello eclittico è di 66* 33ed è costante.
Il piano dell’equatore è perpendicolare  all’ asse di rotazione e forma con il piano dell’orbita,chiamato piano dell’eclittica,un angolo di 23*27.

I moti della terra: rotazione e rivoluzione


L'ALTERNARSI DEL GIORNO E DELLA NOTTE

EQUINOZI E SOLSTIZI - Esistono delle posizioni della terra nella propria orbita che sono L’EQUINOZIO e il SOLSTIZIO.
Gli EQUINOZI si verificano due volte nel percorso orbitale della terra (equinozio primaverile il 21 marzo,equinozio autunnale il 23 settembre )
Durante gli equinozi i raggi solari sono perpendicolari all’equatore e il circolo d’illuminazione passa per i poli.
Trascorso l’equinozio,il circolo d’illuminazione si allontana sempre di più dai poli e il circolo d’illuminazione raggiunge la massima distanza dai poli quando la terra prende una posizione che si chiama SOLSTIZIO.
Solstizio estivo (21giugno )l’emisfero settentrionale è rivolto verso il sole e i raggi cadono perpendicolarmente parallelo chiamato tropico del cancro che si trova alla latitudine di 23*23 N.
Qui nelle zone nord del circolo polare artico il sole non tramonta mai ed a tutte le altre latitudini dell’emisfero settentrionale a durata del dì è maggiore di quella della notte.