Le fonti di energia rinnovabile: tesina

Appunto inviato da francescocalimera94
/5

Tesina sulle fonti di energia rinnovabile: definizione dell'energia solare e dell'energia idroelettrica (3 pagine formato doc)

FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI

Fonti di energia rinnovabili. Le fonti di energia rinnovabile sono quelle che si rigenerano naturalmente in un tempo relativamente breve, e pertanto saranno sempre disponibili.

Fra queste ricordiamo:

•ENERGIA SOLARE
ENERGIA IDROELETTRICA

L'energia solare è una delle principali fonti di energia rinnovabile. Con il termine energia solare s’intende la produzione di energia termica ed elettrica ottenuta sfruttando i raggi solari.

Il Sole irraggia il nostro pianeta per una potenza di circa 180 mila miliardi di kilowatt. Una parte dei raggi solari è riflessa dall'atmosfera terrestre verso lo spazio esterno. In qualsiasi momento il Sole irraggia sull'orbita terrestre un’energia pari a 1367 watt / m² ( 1,3 kW / m2 ). Complessivamente, giunge fino alla superficie terrestre circa 1 kilowatt di energia solare per metro quadro. L'energia solare può essere sfruttata utilizzando diverse tecnologie rinnovabili come i pannelli fotovoltaici.

Energia nucleare: definizione

ENERGIE DA FONTI RINNOVABILI

Nel 1883 l’inventore statunitense Charles Fritz produce la prima cella fotovoltaica di circa 30 cm2 a base di selenio. L’efficienza di conversione arrivava al massimo all’ 1 o 2 %.Nel 1905 Albert Einstein riceve il premio Nobel per gli studi sull’effetto fotovoltaico. La prima industria che creò i primi pannelli fotovoltaici commerciali fu la SHARP nel 1963.I pannelli fotovoltaici sono costituiti da celle di materiale semiconduttore unite elettricamente. Il materiale utilizzato è prevalentemente il silicio, materiale molto comune e di facile reperibilità sul pianeta. Il processo di conversione consiste nell’ interazione tra i fotoni di cui è costituita la luce solare e gli elettroni dello strato più esterno del semiconduttore, il fotone nella collisione cede la sua energia agli elettroni che riescono a liberarsi dal loro legame atomico che si rendono disponibile alla conduzione , lo spazio vuoto lasciato dall elettrone e detto lacuna e ha carica positiva. Le cariche vengono accumulate in zone diverse dalla cella la quale si trasforma in una mini batteria, unendo tutte le celle in un pannello otteniamo un valore di energia elevata.

Fonti di energia non rinnovabili: riassunto

ENERGIA RINNOVABILE: TESINA

I pannelli fotovoltaici sono dispositivi in cui avviene la conversazione LUCE-ENERGIA.
Questi dispositivi sono costituiti da singole celle collegate tra di loro.
Le celle si suddividono in celle monocristalline, policristallino e amorfo.
Le celle monocristalline sono realizzate tagliando barre di silicio con struttura monocristallina , il procedimento è molto laborioso e questo incide sul costo del pannello, i cui prezzi sono molto elevati e il pannello con il più alto rendimento (circa il 16%) e si riconosce per il caratteristico colore blu.
Il pannello policristallino è il più economico del precedente ma presenta un rendimento inferiore ( 12%) il suo colore è grigio scuro, è attualmente quello più utilizzato.
Il pannello amorfo ha il rendimento più basso pero ha il vantaggio di poter essere depositato su supporti curvi o su supporti flessibili.

Approfondisci: Albert Einstein: biografia e scoperte