Idrostatica e idrodinamica

Appunto inviato da cherensuriani
/5

Richiami di idrostatica e idrodinamica semplificato (3 pagine formato docx)

Un fluido è un corpo materiale che non ha forma propria, ma assume quella del recipiente che lo contiene.
Nei liquidi, le forze di coesione sono meno forti che nei corpi solidi e non riescono a impedire che esse scorrano l’una rispetto all’altra. Nei liquidi, le molecole, soggette alla forza peso, tendono a scendere a livelli sempre più bassi, fino a disporsi tutte su uno stesso strato sottilissimo. La scorrevolezza delle molecole dei liquidi è alla base di tutti i fenomeni idraulici. Le molecole dei liquidi incontrano una certa resistenza a scorrere le une rispetto alle altre.


Questa resistenza prende il nome di attrito e si distingue in due forme:
Viscosità. Attrito interno che riguarda lo spostamento relativo delle molecole del liquido una rispetto all’altra.
È espressa mediante il coefficiente di proporzionalità μ e la sua unità di misura è Ns/m2 (Newton x secondi / metro quadro).
Attrito esterno. Riguarda lo spostamento relativo delle molecole del liquido rispetto a un corpo esterno.
La massa volumica di un fluido è il rapporto tra la massa del liquido e il suo volume. Viene rappresentata con ρ e si misura in kg/m3.


Si definisce densità di un fluido la sua massa volumica relativa (o specifica), ovvero il rapporto tra la massa volumica del fluido in esame e quella di un fluido di riferimento. Viene rappresentata con σ ed è un numero puro.
Il peso specifico di un corpo è il rapporto tra il peso del corpo e il suo volume. Viene rappresentato con γ e si misura in Newton/m3.
Il volume specifico di un corpo è il rapporto tra il volume del corpo e il suo peso. Si esprime in m3/N, con la lettera υ.
Si definisce dilatabilità dei fluidi la variazione della massa volumica (quindi anche di peso specifico, volume specifico e densità) al variare della temperatura.