Umberto Saba

Appunto inviato da simonecarroccia91
/5

Vita, Poetica, Opere (3 pagine formato doc)

Nasce a Trieste il 9 Marzo del 1883.
Abbandona gli studi e inizia una formazione da autodidatta, legge i grandi scrittori dell’epoca ed è sensibile alla cultura dell’europa centrale: inparticlare alla filosofia di Nietzsche e alla psicanalisi di Freud. Nel 1903 esce la prima raccolta di versi “il mio primo libro di poesie” dove manifestava già i primi sintomi di nevrastenia (malattia di cui soffrì tutta la vita). Nel 1909 sposa Carolina Wolfer alla quale, con il nome di Lina, dedicò vari componimenti. Nel 1920 iniziò a gestire una libreria antiquaria a Trieste ed esercitò questo lavoro per quasi tutta la vita.
Nel 1921 pubblica la prima edizione del “Canzoniere”, intanto la sua malattia nervosa si aggravò fortemente e dovette iniziare delle cure; a questa situazione si aggiunge l’applicazione delle leggi razziali in Italia Saba, per metà ebreo, fu costretto ad abbandonare Trieste. Rientrato a Trieste, dopo svariati anni, viene ricoverato presso l’ospedale di Gorizia (dal quale uscì solo per la morta della moglie) li morì il 25 Agosto del 1957. Dopo la sua morte è stata pubblicata l’edizione definitiva del “Canzoniere”, la raccolta complessiva delle prose e il romanzo “Ernesto”.
LA POETICA
La sua poetica era incentrata su una poesia “onesta” che sapesse rivelare il senso profondo delle cose, egli non era alla ricerca di parole raffinate ed eleganti poiché sosteneva che la bellezza non doveva interessare più della verità. La realtà da cogliere per Saba era quella quotidiana, ovvero quella che era sotto gli occhi di tutti.